Ultim'ora

TEANO – Caso La Milza, due testimoni non si presentano

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

TEANO – Riparte il processo a carico di La Milza. E’ stata ascoltato uno dei tre testimoni che aveva citato la difesa. Soli “non ricordo” e troppi “non so”. Udienza rinviata al prossimo anno, per sentire gli atri testi.
Nando La Milza è accusato di oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale. Durante l’ultima udienza, quella di alcuni mesi fa, sono stati ascoltati alcuni testimoni di accusa, un carabiniere e un vigile urbano; gli stessi agenti che secondo l’accusa subirono l’aggressione.  Saranno una ventina le persone chiamate davanti ai giudici per raccontare quei fatti.  Intanto, nell’udienza della scorsa estate, si registrò un primo importante successo della linea difensiva attuata dall’avvocato Gaetano La Milza: la parte offesa rinuncia alla costituzione di parte civile.  Un processo che lo stesso imputato vuole fare, in tempi rapidi,  per dimostrare le proprie ragioni e per fare emergere una serie di particolari che potrebbero ribaltare totalmente la vicenda.  Per fare questo la difesa dell’imputato ha presentato una lunghissima lista di testimoni e prodotto una corposa documentazine medica dalla quale risulterebbero tutte le pesanti lesioni subite dal proprio assistito. Del resto lo stesso difensore rifiutò il patteggiamento della pena lo scorso anno, subito dopo l’arresto dell’imputato. Un caso, quello di La Milza che è molto seguito in paese, con attenzione e costanza.  L’arresto di Nando La Milza avvenne a luglio di un anno fa con l’accusa di oltreggio e lesioni a pubblico ufficiale.  Si sarebbe scagliato contro i carabinieri della locale stazione e i vigili  urbani  sidicini mentre gli stessi stavano eseguendo un’azione nell’ambito di una indagine.  La Milza – che appartiene ad una famiglia molto conosciuta e stimata in città – avrebbe rivolto alcune “osservazioni offensive alle forze dell’ordine

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

Roccamonfina / Teano –  Rapinano un anziano, due fidanzati davanti al giudice: ecco l’accusa contro la coppia

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Roccamonfina / Teano – Saranno, domani, davanti al giudice per il necessario interrogatorio di garanzia …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.