Ultim'ora

Piedimonte Matese – Il serbatoio Castelluccio fa acqua da tutte le parti, le bugie hanno le gambe corte. Ecco i documenti che smentiscono Zoccolillo

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Piedimonte Matese – E’ stata pubblicato sull’albo pretorio del municipio la determina di liquidazione – la numero 364 del 14 giugno 2022 – in favore della Alcas, azienda dell’imprenditore Mario Zoccolillo. Incasserà 48mila euro per lavori di manutenzione straordinari eseguiti tra marzo e agosto 2020 sulla rete fognaria e sull’acquedotto comunale. Alcuni mesi fa la nostra testata si occupò della vicenda evidenziando che nonostante i lavori eseguiti erano ancora presenti delle copiose perdite di preziosa acqua dal serbatoio Castelluccio. Scrivemmo che i lavori erano stati eseguiti nel mese di giugno 2020, lavori che furono affidati alla ditta Alcas durante l’amministrazione targata Luigi Di Lorenzo. Evidenziammo il persistere del problema, nonostante i lavori eseguiti (almeno sulla carta). Tutto corredato da un video che certificava il persistere delle problematiche. Ponemmo qualche domanda: è questo il modo di eseguire lavori su un serbatoio? Chi ha collaudato l’intervento eseguito? (guarda il video e leggi il nostro precedente articolo: Piedimonte Matese – Serbatoio Castelluccio: un colabrodo, nonostante lavori pagati profumatamente (guarda il video)

La rabbiosa reazione dell’imprenditore Zoccolillo:
Qualche ora dopo la pubblicazione del nostro articolo, frutto di una piccola inchiesta giornalistica, il titolare dell’ALCAS scriveva: “… Il solito Giancarlo Izzo con il suo blog da quattro soldi che scrive solo notizie false e discriminatorie a danno di persone o ditte che si rifiutano di elargirgli “sponsor… “. “… L’ormai poco credibile personaggio, coadiuvato da altri come lui che gli passano notizie false e video ….. Scrive che i lavori sulla parete del serbatoio sono stati eseguiti nell’anno 2020 ma in realtà sono stati eseguiti nell’anno 2016… scrive che i lavori furono affidati alla ditta dall’amministrazione targata Di Lorenzo ma in realtà furono affidati nell’anno 2013 quando l’Amministrazione Di Lorenzo si è insediata nell’anno 2017….”. Questo parte del velenoso commento postato da Zoccolillo su un forum facebook del paese.
Pubblichiamo la determina di liquidazione che, invece, certifica che quanto da noi riportato. Alla luce della determina di pagamento in favore della Alcas sorgono ulteriori domande: si tratta di una curiosissima coincidenza? In caso contrario perchè tanto veleno da parte dell’imprenditore?

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso. Tutti i contenuti sotto forma di banner sono pubblicità.

Guarda anche

Teano – Nelle frazioni è “vietato” bere e lavarsi, il consigliere Zarone all’amministrazione: basta sprechi

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Teano – Alcune frazioni del territorio comunale di Teano soffrono la sete. E’ anche vietato …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.