Ultim'ora

Vairano Patenora – Ex convento Sant’Agostino, fine della contesa

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Vairano Patenora – Il Sindaco Cantelmo Bartolomeo e il Priore Vecchiarini Franco mettono la parola FINE alla lunga controversia fra comune e confraternita da oltre 10 anni, tra il Comune di Vairano Patenora e la Confraternita di S. Orsola era in corso un giudizio dinanzi al Tribunale di Santa Maria Capua Vetere (R.G.801219/2010) al fine di definire le proprietà di alcune parti dell’ex Convento di S. Agostino, sito nel comune di Vairano Patenora. Il contenzioso ha comportato inutili aggravi di spese, senza che lo stesso immobile potesse essere utilizzato così come lo è stato nel passato (chi ha fatto l’asilo e, per un breve periodo, anche le scuole in quello stabile lo ricorderà bene). Inoltre, l’ex Convento di S. Agostino rientra tra gli edifici di interesse storico-artistico, per cui la risoluzione del contenzioso e l’eventuale acquisizione dello stabile da parte del Comune consentirebbe all’Ente di poter attingere a importanti fondi finalizzati alla promozione e ad altri interventi per la tutela, la conservazione, il restauro, la fruizione e la valorizzazione del patrimonio culturale materiale e immateriale. Per questi motivi, il Priore Vecchiarini Franco e il Sindaco Cantelmo Bartolomeo hanno manifestato la volontà condivisa da entrambi i consigli di amministrazione e, dopo un’intensa trattativa , si è finalmente giunti al seguente accordo:
a) la Confraternita di S. Orsola cede al Comune di Vairano Patenora la proprietà e la titolarità di ogni bene e/o diritto, nascente dagli stessi, relativamente al secondo piano e al chiostro annesso del Convento di S. Agostino di Vairano Patenora;
b) il Comune di Vairano Patenora cede a titolo di proprietà alla Confraternita di S. Orsola il locale sito al piano terra della casa comunale in Via Roma nr. 30, allocato al di sotto dell’aula consiliare, e affida in uso e/o comodato alla Confraternita di S. Orsola il centro sportivo sito in località Cinquevie per un periodo di anni trenta, con possibilità di rinnovo tacito da parte della Confraternita alle medesime condizioni.
Entrambi le parti hanno mostrato grande soddisfazione per l’accordo raggiunto; in particolare il Priore della Confraternita, per aver concluso un’altra annosa controversia, dopo quella con gli eredi Villani in via S. Orsola, che gravava pesantemente sull’economia dell’Ente e precludeva qualsiasi altra iniziativa a favore della Comunità. Con la definizione bonaria della vertenza, il Priore sente il dovere di ringraziare quanti lo hanno sostenuto a scrivere questa importante pagina nella storia Vairanese, in particolare: l’Assemblea della Confraternita e il Consiglio Direttivo (DI ZOGLIO Gildo, IORIO Rosa, GERANIO Lidia , DI ZOGLIO Filomeno) per non aver mai fatto mancare il loro sostegno durante il lungo e travagliato periodo della trattativa; il padre spirituale della Confraternita don Gianluigi D’Angelo per la delicata attività di mediazione e l’avv. Adele Cortellessa per la disponibilità e la professionalità dimostrata durante tutta la trattativa, che non è stata certamente né semplice e né agevole. (nota a cura del  Priore Vecchiarini Franco)

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso. Tutti i contenuti sotto forma di banner sono pubblicità.

Guarda anche

Sparanise – Spaccio di droga, Iannucci scarcerata ed “esiliata”

Tempo di lettura stimato: 2 minuti Sparanise – I giudici del Tribunale del Riesame di Napoli, accogliendo la tesi esposta dall’avvocato …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.