Ultim'ora

MARZANO APPIO – Partita del Cuore, la risposta degli organizzatori e più grave dell’azione: Vogliamo ricordare solo gli amici

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

MARZANO APPIO (di Nicolina Moretta) – Il mio precedente articolo che aveva come tematica “La partita del Cuore” di domenica prossima non voleva affatto essere provocatorio, ma piuttosto spingere a una giusta riflessione che avrebbe portato a ricordare nel corso della partita tutti i giovani marzanesi vittime della strada. Ahimè, la risposta giunta via social mi ha gettato nello sconforto più totale. Sia in qualità di maestra che come giornalista devo contribuire a sviluppare menti critiche, ma nell’etica comune e universale. Dallo scritto di risposta al mio articolo degli organizzatori dell’evento commemorativo si legge: “il memorial di domenica è un ricordo speciale di quattro amici che, in un modo o nell’altro, hanno fatto parte in maniera particolare della vita degli organizzatori, segnandone l’esistenza, quali amici di uscite serali, di bar o quali compagni di sport.” Da quanto scrivono senza scorno si evince che manca in loro il concetto di vita comunitaria che porta alla considerazione e al rispetto di tutti i concittadini passati e presenti, mentre svetta il principio: io ricordo chi dico io, chi è stato mio amico di serate o di sport. E che dire quando “affrontano” il problema della discriminazione di genere: “E’ superfluo altresì perché una piaga sociale così seria quale la discriminazione di genere andrebbe affrontata in tutt’altro contesto, con tutt’alti presupposti e, soprattutto, per sensibilizzare comunità e giovani sull’argomento per tramite di dibattiti socio – politici seri e argomentati.” Mi auguro fermamente che fra di loro non ci sia qualcuno che abbia intenzione di intraprendere la carriera politica, dato che pensa che il problema della differenza di genere si possa risolvere solo con convegni “socio – politici”, con le parole, le chiacchiere, e non capiscono che ora e subito ciascuno è tenuto a dare il proprio contributo, con i fatti, le azioni positive per lenire la diversità di genere. Tralascio gli alti contenuti ricchi di “amenità” degli organizzatori della partita del “Cuore”. Ma il cuore di chi? I cuori di Laura, Fabio, Gustavo, Ivan, Gerard hanno lo stesso peso dei cuori di Gianni, Pina, Diego, Arturo, Cristina, Luca, Luigi, Pina, Domenico e delle altre vite troncate. Il Paese ha un solo cuore che batte ad un unisono per tutti i cittadini passati e presenti! Altrimenti manca lo spirito comunitario e non è Paese. Ma una precisazione ulteriore la devo fare. Il post è firmato: “I giovani di Marzano.” No, non ci sto! Conosco i giovani di Marzano Appio e loro non la pensano così. Abbiate il coraggio di parlare per vostro conto.

Leggi anche:

MARZANO APPIO – Partita del cuore per le vite spezzate: ci sono Fabio, Gustavo, Ivan e Gerard. Ma Laura non c’è

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

Pietramelara / Montegiorgio – Calcio, Aurora Alto Casertano: bene la prima

Tempo di lettura stimato: 2 minuti Pietramelara / Montegiorgio – Un tempo a testa, un punto a testa. Il risultato finale, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.