Ultim'ora

Mondragone – Offrono lavoro ad una donna, ma la tengono in ostaggio per costringerla a sposarsi: arrestate 3 persone

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Mondragone – Nella mattinata odierna personale della Polizia di Stato di Caserta eseguiva tre misure cautelari della custodia in carcere a carico di due cittadini pakistani e di una donna rumena poiché indagati per i delitti di sequestro di persona a scopo di estorsione e furto. Le indagini avevano inizio il decorso 22 aprile, allorquando personale della Polizia di Stato, interveniva presso l’Ambasciata di Romania – Sez. Consolare – in Roma e sottoponeva a fermo di p.g. il cittadino pachistano HANIF Kashif, nato il 2.5.1990, in Italia s.f.d., per sequestro di persona a scopo di estorsione, furto, violenza privata ed altro ai danni della cittadina romena D. T.. Circa quindici giorni prima, la D.T., avendo accettato un’offerta lavorativa propostale da tale Angelica Cobzaru tramite il social-network “Facebook”, giungeva presso l’aeroporto di Fiumicino ove ad attenderla c’era la citata Angelica Cobzaru nt. Romania 15.08.1986 e Mohammad Azeem, nato in Pakistan il 02.01.1986. Da quel momento iniziava per la donna un vero e proprio calvario atteso che, dopo una notte trascorsa in un albergo di Roma, veniva condotta e tenuta in ostaggio in un’abitazione di Mondragone (Ce), al fine di farle contrarre fittizio matrimonio con il suddetto HANIF Kashif. La vicenda aveva un epilogo positivo solo quando, giunti all’Ambasciata per procacciarsi i documenti necessari al matrimonio, la donna richiedeva aiuto al personale di servizio facendo bloccare il suo aguzzino. Il Hanif Kashif, a seguito della convalida del fermo, veniva sottoposto dal G.I.P. presso il Tribunale di Roma alla misura cautelare in carcere. Intanto, i correi Cobzaru Angelica e Azeem Mohammad, venivano denunciati. Il procedimento veniva trasmesso per competenza alla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, Sost. Proc. dr.ssa Lalia Morra, la quale disponeva ulteriori indagini sul conto degli indagati e sul materiale sottoposto a sequestro, delegando per l’esecuzione personale della DIGOS della Questura di Caserta e del Commissariato di Castel Volturno. All’esito delle articolate indagini, il G.I.P. del Tribunale di Napoli ha emesso Ordinanza di Custodia Cautelare in Carcere per i delitti di sequestro di persona a scopo di estorsione e furto, a carico di: HANIF Kashif, nato in Pakistan il 2.5.1990, già detenuto per il medesimo procedimento presso la casa circondariale di Regina Coeli, di COBZARU Angelica nata in Romania il 15.08.1986 e res.te in Mondragone (Ce) e di AZEEM Mohammad nt. Pakistan il 02.01.1986 res.te in Mondragone (Ce).

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati . Riproduzione vietata dei contenuti salvo diversa autorizzazione della redazione. Le pubblicità sotto forma di banner sono sponsorizzate.

Guarda anche

TEANO / CELLOLE – Istituto Alberghiero, primo e secondo posto al concorso “STORIE DI ALTERBANZA”

Tempo di lettura stimato: 2 minuti TEANO / CELLOLE – L’ Istituto Alberghiero di Teano-Cellole vincitore del 1 e 2 posto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.