Ultim'ora
foto di repertorio

Caianello / Vairano Patenora – Picchiò e minacciò un 40enne per gelosia, 30enne condannato

Caianello / Vairano Patenora – La vicenda prende corpo a settembre del 2018 quando il 30enne di Caianello aggredì, picchiò violentemente e minacciò un 40enne di Vairano Patenora. La vittima riportò lesioni e ferite che i medici giudicarono guaribili in poco meno di trenta giorni. Per quei fatti avvenuti in Vairano Scalo si è celebrato un processo che ha portato alla condanna dell’imputato. Natale Valentino è stato condannato alla pena di 7 mesi di reclusione con il beneficio della pena sospesa subordinata al pagamento del danno quantificato in 1.500 euro in favore della parte lesa, Marco Antonio Pezzullo (difeso dall’avvocato Ernesto De Angelis) di Vairano Patenora. Il danno dovrà essere risarcito entro sei mesi dalla sentenza.  Alla base della vicenda, almeno da quanto emerso durante il dibattimento, ci sarebbero stati motivi di gelosia. Secondo l’accusa Natale aggredì senza apparente motivo, Pezzullo e gli sferrava molteplici pugni con cui lo colpiva al volto e ad una mano, cagionandogli lesioni personali consistite in ematomi al volto, epitassi, dolori alle mascelle e della mano sinistra con qualche escoriazione, lesione degli incisivi superiori. Inoltre Natale minacciò la vittima: “se non smetti di fare quello che sai, t’appiccio vivo con tutta la casa perché so dove abiti”; ed ancora “se ora non te ne vai da qui ti do anche una coltellata”. Accuse che hanno portato il giudice ad emettere sentenza di condanna a carico del 30enne di Caianello il quale, sicuramente, proporrà ricorso in Appello contro la sentenza emessa oggi dal giudice del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, ritenendosi del tutto estraneo alal vicenda.

 

 

 

Guarda anche

Milioni di litri di alcol di contrabbando: venti denunce e un arresto

Caserta – Le Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Treviso, con il coordinamento della Procura …