Ultim'ora

Piana di Monte Verna – Lavori pubblici, i carabinieri del Ros presentano nuove prove contro Riccio

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

piana di monte verna. I carabinieri del Ros depositano un intero faldone relativo ad ulteriori sviluppi nell’indagine per gli appalti nel piccolo comune sui cui si sono accesi, circ aun anno fa, i riflettori dell’operazione Normandia 2.  
Proprio la presenza di nuove prove ha indotto il giudice a spostare l’udienza preliminare al prossimo 16 giungo.
L’ex tecnico comunale Armando Riccio sembra essere unafigur aimportante all’interno della stessa indagine.
Tra i ’colletti bianchi’ ritenuti complici del clan il dirigente del settore pianificazioni-programmazione del Comune di Caserta Maurizio Mazzotti per la vicenda della gara delle centraline di monitoraggio dell’aria; il funzionario dll’Utc di Casal di Principe Giacomo Letizia, per la gara per l’impianto per le acque reflue nel canale ex Casmez e per un impianto sportivo; e quello dell’Utc di Piana Monteverna Armando Riccio per un parcheggio e il completamento di un impianto sportivo Era dal 2004 che la Direzione distrettuale antimafia di Napoli seguiva la carriera di Nicola Schiavone, erede designato alla guida dell’omonimo clan dal padre Francesco detto “Sandokan”.
In cinque anni, da quanto emerge nell’inchiesta “Normandia 2” che ha portato al sequestro di beni per circa un miliardo di euro e all’arresto di 14 persone, le gare pubblica sono state assegnate a una lista chiusa di imprese.
Nell’ascesa Nicola Schiavone, oggi 31enne, e’ affiancato dal cugino omonimo, imprenditore 32enne. Insieme raggiungono un accordo con il clan di Antonio Iovine e decidono cosi’ la spartizione degli appalti pubblici, dall’edilizia al sistema dei rifiuti.
In questo piano di infiltrazione, secondo la procura di Napoli, Nicola Ferraro, eletto consigliere regionale nel 2005, avrebbe avuto un ruolo determinante nel modificare i bandi di gara e nel risolvere intoppi burocratici, facendo in modo che a vincere l’appalto sia uno degli imprenditori, una cinquantina, inserito nella ’rosa’ dei compiacenti e scelto a tavolino sulla base di una precisa turnazione. Ferraro poteva contare su funzionari pubblici compiacenti, come sarebbe avvenuto nel caso delle centraline di monitoraggio per la qualita’ dell’aria a Caserta, o per la depurazione e l’impianto sportivo a Casal di Principe.

Il comune parte civile.
Il municipio di Piana di Monteverna, guidato ora dal sindaco Lino Santabarbara, si è costituito parte civile nel processo contro l’ex tecnico comunale, Riccio.

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

Santa Maria Capua Vetere – Il Rugby Clan riprende a giocare. Il presidente della FIR Regionale in visita sul campo

Tempo di lettura stimato: 2 minuti Santa Maria Capua Vetere – Rugby Clan, continuano le attività del Rugby Clan di Santa …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.