Ultim'ora

PIGNATARO MAGGIORE – Combattere l’inciviltà: “le fototrappole”

Pignataro Maggiore (di  Libera Penna) – Nel 2018 la tecnologia offre armi micidiali per la  lotta all’inciviltà. Per esempio le “fototrappole”, con  telecamere alimentate a batteria, facili da mimetizzare e usate da anni per catture le immagini di animali difficili da fotografare. Il costo delle scout camere è molto contenuto, e infinitamente inferiore ai costi necessari per bonificare una sola microdiscarica abusiva. La lotta alla inciviltà richiede un approccio  strategico al problema, che prevede la  geolocalizzazione di tutte le discariche abusive, la loro videosorveglianza, l’individuazione degli incivili e sanzioni esemplari. È difficile pensare di spaventare gli incivili armati di una bic usata come  cannuccia per sparare chicchi di riso. Magari se  gli  incivili sospettassero di essere sotto il tiro delle fototrappole si spaventerebbero  un pochino di più. Se non si affronta il problema in maniera proattiva, le discariche resteranno una parte integrale del paesaggio come gli ombrelloni sulle spiagge d’estate, e continueremo avere lo stesso  mare di inciviltà che bagna le periferie fin sotto la riva del centro del paese.

© Paesenews.it Tutti i diritti sono riservati . Riproduzione vietata di ogni contenuto salvo diversa autorizzazione della redazione del nostro portale. Le pubblicita' sotto forma di banner sono sponsorizzate.
Condividi questo articolo:

    Guarda anche

    amanti fidanzati storia d'amore love story wedding

    Raccontare una storia d’amore: quando il wedding diventa un’arte

    Raccontare una storia d’amore, nello specifico farlo andando a descrivere il giorno del matrimonio, può …

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

    Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoroSiamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.