Ultim'ora

Capua – Traffico illecito di carburante, frode da 6 milioni di euro. Arrestato imprenditore

Capua – Un imprenditore di Teramo è stato arrestato dal Nucleo di Polizia Economico Finanziaria di Padova. La Polizia ha inoltre eseguito un sequestro per 5,8 milioni di euro. È stata sequestrata una villa con piscina e annesse scuderie nel teramano del valore stimato in oltre un milione di euro, sono stati sequestrati saldi di conto corrente e di beni mobili, tra cui tre autovetture, orologi di marca e gioielli. Sono 17 gli indagati e decine le società coinvolte con depositi di prodotti petroliferi. Le perquisizioni hanno interessato le province di Padova, Venezia, Roma, Milano, Pescara, Teramo, Chieti, Bari e Salerno. Dopo una complessa indagine, denominata “Meduse al Sole”, è stato possibile individuare un’associazione per delinquere, finalizzata alla realizzazione di frodi fiscali nel commercio dei carburanti, svolte mediante la creazione di società “filtro e cartiere” incaricate di emettere false dichiarazioni d’intento nei confronti di depositi commerciali con qualifica di ‘destinatario registratò nonché fatture per operazioni inesistenti nei confronti di ‘società filtrò. Questo sistema di  frode, di cui si è anche occupato il programma televisivo Report, ha consentito a 8 società ‘”cartiere” – con sedi a Roma, Capua , Sabaudia  e Chieti – facenti capo all’organizzazione, appositamente costituite e cessate dopo pochi mesi di attività, di omettere il versamento di 6 milioni di euro di Iva, in relazione al commercio di oltre 30 milioni di litri di carburanti, acquistati in soli 10 mesi da depositi comunitari in Slovenia e in Croazia. Una volta immesso in consumo nel territorio nazionale, il carburante veniva destinato alla rete di distributori delle pompe bianche.

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati . Riproduzione vietata dei contenuti salvo diversa autorizzazione della redazione. Le pubblicità sotto forma di banner sono sponsorizzate.

Guarda anche

Piedimonte Matese / S’Angelo D’Alife / Alife – Giovane investita e uccisa sulla provinciale, Martina aveva appena 24 anni. Tre comunità in lutto

Piedimonte Matese / Alife / Sant’Angelo D’Alife  – Una giovane donna di Sant’Angelo di Alife …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.