Ultim'ora

ALIFE / SESSA AURUNCA / TEANO / CAPUA – Accorpamento delle diocesi, “ridono” solo Teano e Caserta. Lo dicemmo nel 2018

ALIFE / SESSA AURUNCA / TEANO / CAPUA – Accorpamento delle diocesi voluto dal Papa, il vescovo Giacomo Cirulli ha ufficializzato la decisione del Papa di accorpare tre diocesi casertane sotto la guida di un solo vescovo. Giacomo Cirulli guiderà le diocesi di Teano, Caiazzo Alife ed anche Sessa Mondragone, comunità che aveva già preso in mano dopo il trasferimento di Orazio Piazza. Stessa cosa avverrà per la diocesi di Capua che diventerà “dominio” di Caserta.  Nel 2018 scrivemmo, da queste pagine, quanto è accaduto (leggi: Accorpamento delle diocesi, “ridono” solo Teano e Caserta). Parlammo chiaramente di accorpamenti delle diocesi. Ricevemmo le critiche e le offese dei soliti giullari e cortigiani che leggevano in quelle ipotesi la perdita di qualche orticello coltivato con “amore” e “tornaconto”.  I fatti, chiaramente ci hanno dato ragione.

Un progetto che parte da lontano:
«Molte diocesi vanno ridotte e accorpate, anche se per alcune uno sente il dolore»,  furono le parole di Papa Francesco pronunciate nel 2018. E per il pontefice la questione rappresenta una forte preoccupazione. Si tratta certamente di un’esigenza pastorale, studiata ed esaminata più volte, già prima del Concordato del ’29. Infatti Paolo VI nel ’64, parlando il 14 aprile all’Assemblea dei vescovi, parlò di “eccessivo numero delle diocesi”; e successivamente, il 23 giugno del ’66, tornò ancora sull’argomento incontrando l’Assemblea della CEI dicendo: «Sarà quindi necessario ritoccare i confini di alcune diocesi, ma più che altro si dovrà procedere alla fusione di non poche diocesi, in modo che la circoscrizione risultante abbia un’estensione territoriale, una consistenza demografica, una dotazione di clero e di opere idonee a sostenere un’organizzazione diocesana veramente funzionale e a sviluppare un’attività pastorale efficace ed unitaria”.

Guarda anche

RIARDO – Discarica intercomunale di rifiuti, tante ombre. Ferrarelle chiede ai giudici di cancellare il progetto: mette in pericolo le sorgenti

RIARDO – L’azienda Ferrarelle ha promosso un ricorso presso il TAR Campania contro il progetto …