Ultim'ora

Ailano – Salta il consiglio comunale, è la seconda volta. Lanzone allo sbando

Ailano – Dopo la seduta di consiglio comunale del 21 settembre, che andò deserta per mancanza del numero legale a causa dell’abbandono dell’aula dei consiglieri comunali del gruppo “Rinascita” e del gruppo “liberi per Ailano”, stamattina un’altra seduta di consiglio comunale è andata deserta per assenza del numero legale. . Dopo la seduta deserta del 21 settembre, il sindaco Vincenzo Lanzone con una diretta facebook scaricò tutte le colpe sulla minoranza, accusandoli di non voler il bene di Ailano e di essere degli irresponsabili, salvo però poi annullare la convocazione in seconda seduta dimostrando che gli argomenti non erano di vitale importanza. I consiglieri del gruppo “Rinascita” risposero che la loro era stata una REAZIONE alla SCELTA POLITICA dell’amministrazione comunale che aveva impedito che ci fosse un dibattito ed un confronto in Consiglio Comunale su un argomento molto importante per il futuro della comunità, e cioè “il Servizio idrico integrato, approvazione schema di convenzione con ITL SPA” argomento sottratto al dibattito e confronto del consiglio comunale e mai più riproposto. Era del tutto evidente che il sindaco Vincenzo Lanzone aveva in consiglio comunale  una maggioranza risicata ciò nonostante quasi per “ritorsione” decise di convocare i futuri consigli comunali non in  orario pomeridiano o serale come fanno tutti i comuni del circondario,  ma a metà mattinata,  rendendo meno  agevole la partecipazione dei consiglieri. Infatti aveva convocato per stamattina alle 10:30 una seduta di consiglio comunale, solo che aveva sottovalutato che molti consiglieri sia del gruppo di maggioranza che dei gruppi “Rinascita” e “Liberi per Ailano” sono impegnati in attività di lavoro dipendente presso datori di lavoro privati e ciò sicuramente non agevola la loro partecipazione ai consigli comunali. Tale scelta si è trasformata in un boomerang per il sindaco Lanzone, infatti stamattina i consiglieri del gruppo “Rinascita” e del gruppo “Liberi per Ailano” non si sono presentati proprio e la concomitante assenza di un consigliere di maggioranza impegnato anche lui in attività lavorativa, ha determinato la mancanza del numero legale e la seduta è saltata.  Come sempre si possono avere tre versioni dei fatti: la mia verità, la tua verità e… LA VERITÀ; ed infatti la verità è venuta fuori, a sette mesi dalle elezioni il sindaco Vincenzo Lanzone ha una maggioranza molto risicata, tra l’altro stamattina se i consiglieri dei gruppi “Rinascita” e “Liberi per Ailano” fossero stati presenti, difficilmente si sarebbe potuto deliberare ( si sarebbe trattato di un 5 contro 5).  Sembra  assolutamente necessario che le prossime sedute di consiglio comunale siano convocate nel tardo pomeriggio o di sera in modo da assicurare a tutti i consiglieri comunali la possibilità di partecipare e di confrontarsi e deliberare sulle proposte di consiglio comunale e sul futuro di Ailano.

Guarda anche

TEANO – Imbianchino cade dal balcone e finisce sull’amico: entrambi miracolati

TEANO – Per fortuna le persone coinvolte nei fatti non hanno riportato particolari conseguenze.  I …