Ultim'ora

BAIA E LATINA – Travolge e uccide un sindacalista, Spaziano al giudice: ho avuto paura di essere linciato

Baia e Latina –  Da alcuni giorni è tornato nella sua Baia e Latina, nella sua abitazione dove il giudice per le indagini preliminari lo ha collocato agli arresti domiciliari. La decisione assunta dal giudice al termine dell’interrogatorio di garanzia nel qualche l’indagato ha spiegato le proprie ragioni chiarendo anche le ragioni della sua fuga dal luogo del delitto. Temeva di essere linciato Alessio Spaziano, il camionista di 25 anni che lo scorso venerdì mattina, all’ingresso del centro distribuzione Lidl di Biandrate (Novara), ha investito col suo tir il sindacalista Adil Belakhdim. La vittima stava partecipando a una manifestazione sindacale con un’altra ventina di persone. Nell’interrogatorio di garanzia il giovane, assistito dall’avvocato Gabriele De Juliis, avrebbe sostenuto di essersi spaventato quando, dopo un primo diverbio verbale, i manifestanti avrebbero circondato il suo autoarticolato. Atteggiamento, quello dei lavoratori che partecipavano alla protesta indetta dai SiCobas, motivato dal fatto che l’autista, spazientito dall’attesa a causa blocco dei cancelli di uscita, ha deciso di infilare, contromano, la corsia di entrata. Spaziano avrebbe ammesso la manovra pericolosa, ma ha sostenuto di non essersi accorto di avere investito la vittima. Dopo la concessione dei domiciliari, il giovane accusato di omicidio stradale e resistenza a pubblico ufficiale ha lasciato il carcere di Novara per raggiungere la Campania e quindi Baia e Latina

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso.

Guarda anche

Piedimonte Matese / Alife – Incidente sulla provinciale, coinvolti diversi giovani

Piedimonte Matese / Alife –  L’ennesimo sinistro stradale è avvenuto pochi minuti fa lungo la …

Non sei abilitato a copiare il contenuto di questa pagina che è protetto dalle leggi sul diritto d'autore.