Ultim'ora
dialisi

VAIRANO PATENORA – Morti sospette, la Nephart fa chiarezza

vairano patenora. “Nessun paziente è deceduto per cause inerenti la terapia dialitica.  In riferimento all’ articolo “Deceduti dopo aver fatto la dialisi, il giallo diventa inchiesta in procura”, pubblicato in data 15/09/2013 nella cronaca di Caserta, per onore di verità si precisa quanto segue:  la paziente Elena M. ha avuto, presso la sua abitazione, una vasculopatia cerebrale acuta per cui è stata accompagnata dal 118 presso l’ospedale di Piedimonte Matese dove è stata fatta diagnosi di emorragia cerebrale e dove è deceduta dopo 4 giorni. Il paziente Romeo R. è stato ricoverato in data 17/12/2012 presso l’ospedale di Piedimonte Matese per flemmone cutaneo e dimesso in data 21/12/2012 in condizioni critiche e non ha più dializzato presso il centro di Vairano. Il paziente Paolo E. affetto da cardiomiopatia dilatativa, diabete iatrogeno da pancreasectomia e da vasculopatia periferica, ha avuto nella notte del 25/12/2012 una insufficienza respiratoria per cui è stato accompagnato presso l’ospedale di Piedimonte Matese dove è stata fatta diagnosi di collasso polmonare sinistro e grave enfisema a destra e dove è deceduto dopo alcuni giorni. Come si evince dalla storia clinica degli ultimi giorni di questi pazienti, nessuno di essi è deceduto per cause che possano essere ascrivibili alla terapia dialitica”. Questa la nota con cui la società che eroga il servizio di dialisi a Vairano Scalo ha inteso fare chiarezza sulla vicenda.

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati . Riproduzione vietata di ogni contenuto salvo diversa autorizzazione della redazione del nostro portale. La pubblicita'  sotto forma di banner è sponsorizzata.
Condividi questo articolo:

    Guarda anche

    giuseppe-florio

    SESSA AURUNCA – Caso Florio, ieri i funerali. L’autopsia conferma: ucciso da ictus

    SESSA AURUNCA (di Tommasina Casale) – É stato un ictus a uccidere Florio, ieri i ...

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Protezione anti-spam Scrivi il numero mancante:
    Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

    ciao