Ultim'ora

CELLOLE – Omicidio Caprio: nessuna traccia ematica o biologica sui vestiti di Gentile

CELLOLE – Le prime analisi sul cappellino e sul resto dei vestiti sequestrati ad Angelo Gentile – difeso dall’avvocato Gabriele Gallo – avrebbero escluso la presenza di tracce ematiche e biologiche riconducibili alla vittima, Pietro Caprio. Per ora, chiaramente, non c’è conferma ufficiale a tale ipotesi. E per questo bisognerà attendere la notifica dei risultati ufficiali delle analisi. Se le indiscrezioni trapelate dovessero trovare conferma, allora si tratterebbe di un ulteriore intrigo nell’ambito della tragica vicenda che lo scorso 4 novembre portò all’assassino di Pietro Caprio. Fonti ben informate assicurano che sul cappello e sui vestiti indossati quel giorno da Gentile nessuna traccia riconducibile a Caprio. Significa che non c’è stato alcun contatto ravvicinato fra la vittima e il presunto assassino.

Leggi anche:

Cellole – Ucciso e bruciato, parla il testimone che ha scoperto tutto (video con l’intervista)

CELLOLE – Ucciso e bruciato nell’auto: l’ultima telefonata fra Caprio e Gentile

CELLOLE – Ucciso e bruciato nella sua auto, la svolta potrebbe arrivare dai tabulati telefonici

CELLOLE – Omicidio Caprio, i vigili del fuoco assicurano: nell’auto di Gentile nessuna traccia di liquidi infiammabili

CELLOLE – Ucciso e bruciato nella sua auto, i giudici del riesame: non c’è stata premeditazione

CELLOLE – Il professore ucciso con un colpo di fucile nel fianco destro (il video del testimone)

CELLOLE – Ucciso e bruciato, Gentile apre la pista passionale: c’era un uomo appostato nel pioppeto

Cellole – Ucciso e bruciato in auto, Gentile al giudice: Caprio era in auto con una donna

Cellole – Omicidio Caprio, giallo sempre più intenso: quando è stato ucciso Pietro? Perché nessuno ha visto il fumo?

 

Guarda anche

CELLOLE – Accusato di dichiarazioni false rese alla polizia: assolto

CELLOLE – Ieri dinanzi al giudice monocratico presso il tribunale di Santa Maria Capua Vetere …