Ultim'ora

Cellole – Omicidio Caprio, giallo sempre più intenso: quando è stato ucciso Pietro? Perché nessuno ha visto il fumo?

CELLOLE – Con il passare delle ore emergono ulteriori dettagli sul caso della tragica morte di Pietro Caprio, il professore ucciso e poi bruciato all’intero della sua vettura.
La prima cosa che resta da chiarire è l’ora del decesso, cioè l’ora in cui il 58enne cellolese è stato ucciso. Una risposta che appare difficilissima se si considera che il corpo dell’uomo è stato semidistrutto dal rogo. Era in vita fino alle ore 14e30 circa dello scorso venerdì 3 novembre 2023. La certezza sembra essere data dalle telecamere di sorveglianza poste poco lontano dall’incrocio dove la strada interpoderale si innesta sulla comunale. Appare quindi certo che Pietro è stato ucciso dopo le 14e30 dello scorso venerdì 3 novembre 2023. Sempre intorno alle 14e30 dello stesso giorno in quella stradina entra con la sua auto anche Angelo Gentile, arrestato con l’accusa di aver ucciso Caprio. Le telecamere riprendono più tardi, intorno alle ore 16 circa, l’anziano che esce dalla strada e torna verso casa. Quindi, se le nostre informazioni sono giuste, se i nostri dati sono corretti, il delitto sarebbe avvenuto fra le ore 14e30 e le ore 16 di venerdì 3 novembre 2023. Secondo l’accusa Angelo avrebbe prima ucciso e poi dato fuoco alla macchina. E qui c’è il primo dubbio: perché venerdì scorso nessuno ha visto il fumo? Come mai nessun ambientalista della zona ha segnalato la colonna di fumo che l’incendio di quell’auto ha dovuto per forza sprigionare?
Abbiamo provato a contattare alcune associazione ambientaliste che operano a Cellole – gruppi di volontari che sono sempre molto vigili e tempestivi quando si tratta di tutelare l’ambiente e combattere l’inquinamento – e tutti hanno confermato: nessuna colonna di fumo è stata vista nella giornata di venerdì.
Questo potrebbe indicare che l’incendio dell’auto è avvenuto durante la notte. E questo solleva ulteriori dubbi: Pietro è stato ucciso prima e poi, diverse ore dopo, bruciato nell’auto? Oppure il delitto e l’incendio sono avvenuti durante la notte?

Guarda anche

Caserta – Continua a perseguitarla anche dopo la denuncia, arrestato

Caserta – La Polizia di Stato di Caserta ha arrestato un 32enne di Caserta, per …