Ultim'ora

Riardo / Teano / Pietramelara – Omicidio Compagnone, ecco perché Vicol può stare in libertà: le 6 ragioni in suo favore

Riardo / Teano / Pietramelara – Sono almeno 6 le ragioni per le quali Vicol Ciprian non deve andare in carcere. I giudici del Tribunale del Riesame di Napoli hanno fornito le motivazioni alla base della decisione con la quale hanno respinto la richiesta della Procura che voleva l’arresto in carcere il 23enne riardese, coinvolto nella tragica morte di Francesca Compagnone. Secondo il Tribunale della libertà Vicol può restare libero, in attesa del processo che nascerà a suo carico, perché:
Non è emerso alcun dissidio fra i due giovani
Mancano prove concrete a sostegno dell’accusa di omicidio volontario
Non c’è un movente per ipotizzare un omicidio volontario
Non c’è pericolo di fuga dell’indagato
Non vi è pericolo di reiterazione di reato
Non ci sono stati tentativi di inquinamento delle prove
Sono queste, in estrema sintesi, le ragioni sulle quali i giudici napoletani hanno basato la loro decisione respingendo il ricorso presentato dai pubblici ministeri sammaritani, Fiore e Camerlingo. Quello di Francesca Compagnone non fu omicidio volontario, bensì omicidio colposo. Un gioco sciocco finito in tragedia. Così come ha sempre sostenuto l’indagato che sin dal primo momento ha spiegato che il colpo mortale  partì inavvertitamente mentre stava maneggiando un fucile del padre di Francesca,nella camera da letto della ragazza. I giudici del Tribunale del Riesame di Napoli, quindi, hanno accolto la tesi difensiva degli avvocati Gaetano La Milza e Carla Di Stasio, respingendo il ricorso avanzato dalla Procura.

Leggi anche:

Riardo / Pietramelara / Teano – Omicidio Compagnone, i periti balistici: Vicol impediva a Francesca di scappare

Riardo / Pietramelara / Teano – Omicidio Compagnone, i periti balistici: fucile in posizione di mira

Riardo / Teano / Pietramelara – Omicidio Compagnone, alle 20e15 è terminata l’autopsia: Francesca uccisa con un colpo alla guancia

Riardo / Teano / Pietramelara – Uccisa in camera da letto, la Procura insiste: Vicol deve andare in carcere

Riardo / Teano / Pietramelara – Uccisa dall’amico, ecco cosa ha fatto Vicol dopo aver sparato a Francesca

Riardo / Pietramelara / Teano – Uccisa dal suo amico, la madre di Vicol e un’amica le prime ad arrivare sul luogo del delitto

Riardo / Teano / Pietramelara – Omicidio Compagnone,  nessuna impronta sulla cartuccia

Riardo / Pietramelara / Teano – Omicidio Compagnone, i periti balistici puntano l’indice contro Vicol

Riardo / Teano / Pietramelara – Omicidio Compagnone, Vicol “giocò” con due fucili prima di sparare

Riardo / Pietramelara / Teano – Omicidio Compagnone, perizie anche sull’auto di Francesca

Riardo / Pietramelara / Teano – Delitto Compagnone, chi ha messo le cartucce nel fucile? La verità dalle impronte

Riardo / Pietramelara / Teano – Delitto Compagnone, la Procura stringe il cerchio su Vicol

Riardo / Teano / Pietramelara – Omicidio Compagnone, la fidanzata di Vicol ascoltata dai Carabinieri

 Riardo / Teano / Pietramelara – Delitto Compagnone, dai telefonini la verità

 

 

Guarda anche

Piedimonte Matese – Sbrocca e aggredisce anche i carabinieri: Tso per 34enne della Vallata

Piedimonte Matese – E’ accaduto oggi pomeriggio nella zona di Porta Vallata, nel centro del …