Ultim'ora

Piedimonte Matese – Palazzo ducale, il leader della Lega ai Cinque Stelle: solo inutili slogan

Piedimonte Matese – Il tavolo tecnico di pochi giorni fa, svoltosi in comune, sulla questione del degrado dell’antico palazzo ducale, è apparso un inutile “esercizio” utile soprattutto per capire che con i fondi stanziati dal ministero non si farà quasi nulla. Lo hanno ammesso gli stessi tecnici presenti  al tavolo del confronto. Sulla vicenda interviene Gianmarco della Paolera, leader locale della Lega e persona vicinissima a Matteo Salvini, che scaglia pungenti bordate contro i rappresentati Cinque Stelle che avevano vantato il merito dell’erogazione dei fondi.
“La politica del nulla. Con 500mila euro non ci sistemi nemmeno l’intero tetto di palazzo Ducale, immaginarsi la messa in sicurezza. Tutto, quindi, appare come uno sperpero di denaro pubblico. L’onorevole Margherita Del Sesto poteva risparmiarsela l’ennesima passerella a Piedimonte Matese. I cittadini del capoluogo matesino sanno che con questa cifra non si può fare nulla. Più fatti e meno parole”. Questo è quanto dichiara il coordinatore cittadino della Lega di Piedimonte Matese Gianmarco Della Paolera in merito allo stanziamento dei fondi per il Palazzo Ducale.

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati . Riproduzione vietata dei contenuti salvo diversa autorizzazione della redazione. Le pubblicità sotto forma di banner sono sponsorizzate.

Guarda anche

Sessa Aurunca – Cadavere nel fiume, Verginica  arrestata più volte per furto: più forte l’ipotesi dell’omicidio

SESSA AURUNCA – L’ipotesi è terribile e agghiacciante: potrebbe essere stata scoperta mentre rubava in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.