Ultim'ora
foto di repertorio

E-cig Vs Sigarette tradizionali

Tempo di lettura stimato: 3 minuti

Indecisi se passare alle sigarette elettroniche o rimanere fedeli alle tradizionali da tabacco? In questo articolo vi aiuteremo a prendere la giusta decisione.

Da quando la sigaretta elettronica (e-cig) si è diffusa, è stato molto acceso il dibattito riguardo le differenze con la sigaretta tradizionale, soprattutto per quanto riguarda la gestualità derivante dall’uso della sigaretta e il sapore inconfondibile di tabacco.

Su questi due aspetti la e-cig non teme il confronto, dal momento che il dispositivo è stato ideato per simulare in tutto una sigaretta classica: nell’aspetto, nei gesti tipici del fumare e anche per quanto riguarda l’aroma. Con le e-cig, infatti, è possibile scegliere diversi tipi di gusti e fragranze e numerosi rivenditori ormai fanno arrivare gli aromi per la sigaretta elettronica direttamente a casa tua.

Ma andiamo a scoprire le caratteristiche delle due protagoniste dell’articolo.

Sigaretta Vs sigaretta elettronica: differenze di funzionamento

Per poter comprendere i diversi aspetti di queste due tipologie di sigarette dobbiamo innanzitutto capirne il funzionamento.

La sigaretta tradizionale è un cilindro di carta che avvolge il tabacco lavorato. Quando la sigaretta viene accesa, avviene una combustione che sviluppa e mette in circolo oltre 80 sostanze, tra le quali catrame, composti organici volatili, idrocarburi, metalli vari, particolato, monossido di carbonio e altre sostanze ossidanti. Questi elementi sono considerati dannosi per la salute, in quanto sono i principali responsabili dell’insorgenza di tumori, direttamente ai polmoni e indirettamente nel resto dell’organismo. Attraverso la sigaretta tradizionale, inoltre, si assumono dosi elevate di nicotina, il principale componente psicoattivo presente nel tabacco. A livello fisico la sua assunzione, che varia tra 1 e 2 milligrammi per ogni sigaretta, provoca un aumento della pressione sanguigna, delle contrazioni del cuore e dei vasi sanguigni periferici. A livello neurologico provoca la dipendenza del fumatore.

La sigaretta elettronica, invece, è un dispositivo che non contiene tabacco e che trasforma un liquido in vapore da inalare. Esistono modelli diversi di sigarette elettroniche (o vaporizzatori personali), ma sono tutti grossomodo costituiti dalle stesse componenti:

  • batteria ricaricabile
  • resistenza/atomizzatore
  • cartuccia o serbatoio ricaricabile per il liquido aromatizzato

Il funzionamento delle sigarette elettroniche potrebbe sembrare complesso, in realtà è molto semplice: la batteria fornisce energia all’atomizzatore; quest’ultimo scalda il liquido e lo vaporizza. Cosa manca rispetto alla sigaretta classica? Manca la combustione di carta e tabacco, pertanto si riduce il rilascio delle sostanze dannose da essa generate e presenti nel fumo. Per quanto riguarda la nicotina, questa può essere presente in diverse percentuali (o anche assente) nei liquidi delle sigarette elettroniche. Per i fumatori adulti che si avvicinano per la prima volta al mondo delle e-cig esistono utili guide per scegliere il livello di nicotina che fa al caso proprio.

 

Sigaretta Vs sigaretta elettronica: la combustione

 

Quando una sigaretta viene accesa, il processo di combustione brucia il tabacco e produce fumo. La combustione è una reazione chimica che prevede l’intervento di tre elementi: combustibile, comburente e innesco. Il combustibile può essere ad esempio legname, carbone o idrocarburi; nel caso della sigaretta è il tabacco trinciato e carta. Il comburente è l’ossigeno presente nell’aria. La reazione chimica che avviene è una reazione di ossidoriduzione esotermica, in cui un composto si ossida e un altro si riduce: la sostanza combustibile degrada emettendo atomi di carbonio e idrogeno capaci di combinarsi con l’ossigeno, che emette ulteriore calore per la piroscissione del combustibile. La reazione tra il combustibile e il comburente non è spontanea, ma ha bisogno di un innesco esterno, come una fonte di calore o una scintilla, in seguito, l’energia rilasciata dalla reazione stessa ne rende possibile l’autosostentamento, senza ulteriori apporti energetici esterni. La temperatura della sigaretta accesa nelle fasi di aspirazione raggiunge 880°C e nelle fasi intermedie 830°C.

Quando la sigaretta è accesa, si producono due correnti di fumo: una centrale (mainstream) e una laterale (sidestream); la corrente centrale di fumo si sprigiona dall’estremità incandescente della sigaretta ogni volta che il fumatore aspira, e risale entro il cilindro di carta fino a raggiungere la bocca del fumatore. La corrente di fumo laterale si genera in seguito alla lenta combustione spontanea del tabacco tra una boccata e l’altra, e si disperde nell’aria, formando il fumo passivo.  Nel processo di combustione del tabacco, alcune sostanze bruciano completamente, altre passano inalterate, altre ancora vengono modificate più o meno profondamente dal calore, determinando la formazione di centinaia di composti volatili. La forza con cui avviene l’aspirazione, variando la temperatura di combustione, modifica la composizione del fumo, per cui la stessa sigaretta può dare origine a sostanze diverse a seconda del modo in cui viene fumata.

Nella sigaretta elettronica il fenomeno della combustione è totalmente assente. Il liquido (detto anche e-liquid) presente nel dispositivo, viene surriscaldato da una resistenza attivata a sua volta dall’atomizzatore. La resistenza porta il liquido ad una temperatura tale da trasformarlo in vapore (da qui il termine “svapare”) totalmente privo di tutte quelle sostanze che si sprigionano con il fumo di sigaretta. Da questo punto di vista, sono evidenti i vantaggi delle e-cig rispetto alle sigarette tradizionali.

Conclusioni:

La battaglia tra sigarette e sigarette elettroniche è vinta da quest’ultime, che hanno il grande vantaggio, non dimentichiamolo, di aiutare nella lotta contro la dipendenza da nicotina, grazie proprio alla possibilità di controllare le percentuali della sostanza nell’e-liquid. Se questo articolo vi ha convinto riguardo i vantaggi dello svapare rispetto al fumare, date un’occhiata ai prodotti di Terpy, uno dei principali e-commerce delle sigarette elettroniche e delle loro miscele.

Guarda anche

Cosmetici bio, perché sono diventati i preferiti

Tempo di lettura stimato: 2 minuti La scelta dei cosmetici e dei prodotti per l’igiene personale e la bellezza è molto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.