Ultim'ora

ALIFE – CAso Sansone: indagine chiusa, la parola al pubblico ministero

alife.  Chiusa l’indagine sul caso del funzionario infedele. Secondo alcune indiscrezioni raccolte in paese, gli uomini delle fiamme gialle di Piedimonte Matese avrebbero trasmersso tutti gli atti dell’indagine al pubblico ministero della Procura di Santa Maria Capua Vetere. Intanto Il Municipio chiede anche la restituzione di tutti i mandati sui quali indaga la Guardia di Finanza di Piedimonte Matese. Mandati sui quali pesano gravi di dubbi di legittimità; mentre per altri ci sarebbero le prove di un doppio incasso, avvenuto in tempi diversi. La somma che l’ex responsabile dovrebbe restituire, superebbe i 300mila euro. Già lo scorso luglio l’ex responsabile dell’ufficio finanziario del Comune di Alife Pietro Sansone, oggi destinato alla biblioteca comunale dopo i noti fatti occorsi lo scorso anno a seguito delle indagini della Guardia di Finanza di Piedimonte Matese che videro oggetto di indagini l’attività posta in essere proprio dall’allora funzionario comunale che si occupava dei mandati di pagamento presso il Municipio. Negli ultimi tempi però, il segretario comunale Sandro Riccio, andando a spulciare le carte ha constatato l’ammanco di oltre 300 ore di straordinario, riconducendolo proprio all’epoca della gestione Sansone e quindi lo stesso dirigente del Municipio, avvertendo ovviamente anche il sindaco Giuseppe Avecone, ha convocato l’impiegato comunale chiedendogli spiegazioni.  C’è poi la vicenda dei finaziamenti regionali revocati per mancata rendicontazione. Il sindaco Giuseppe Avecone ha denunciato l’ex funzionario Pietro Sansone.
Tutta la documentazione sarebbe già stata consegnata, nei giorni scorsi agli uomini della fiamme gialle di Piedimonte Matese, guidati dal capitano Liliano Liberato. Secondo alcune indiscrezioni raccolte sul posto, la regione Campania avrebbe chiesto al municipio di Alife la restituzione di un finanziamento di circa 700mila euro. Una richiesta motivata dalla mancata rendicontazione degli interventi effettuati. Una rendicontazione che avrebbe dovuto fare, per competenza, l’allora funzionario Sansone. Secondo numerose voci raccolte sul posto,  risulterebbero “ballerini” circa settemila euro sull’intero importo ricevuto dall’ente di palazzo Santa Lucia.  La probabile restituzione del finanziamento potrebbe ulterioremente aggravare la situazione delle casse del municipio alifano che risultano già in grave deficit.

Guarda anche

Capua – Scontro in autostrada: coinvolto motociclista

Capua – Il sinistro stradale è avvenuto poco fa lungo l’autostrada del Sole, in direzione …