Ultim'ora
Foto di repertorio

VILLA LITERNO – Scontro sulla provinciale, due morti. Indagano i carabinieri

VILLA LITERNO – Verso le ore 04.00 odierne, in Villa Literno (CE), s.p. 131 Trentola – Ischitella, altezza intersezione direzione Giugliano in Campania (NA), per cause in corso di accertamento, si è verificato un sinistro stradale che ha coinvolto una sola autovettura Alfa Romeo 147, fuoriuscita dalla sede stradale terminando rovinosamente la corsa in un vicino canale di scolo. Il mezzo era condotto da un ventisettenne rumeno, residente ad Aversa (CE), con a bordo altri tre connazionali, un uomo e due donne. Nella circostanza il conducente ed il passeggero accanto a lui sono morti sul colpo mentre le due donne sono state trasportate presso la clinica Pineta Grande di Castel Volturno. Una a delle due versa in pericolo di vita. Le salme, su disposizione della competente Autorità Giudiziaria, sono state traslate presso l’Istituto di Medicina Legale di Caserta, in attesa dell’esame autoptico. L’autovettura coinvolta nel tragico sinistro, invece, è stata sottoposta a sequestro. Sono in corso ulteriori indagini da parte dei Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Casal di Principe e della stazione di Villa Literno volte alla ricostruzione della dinamica dell’incidente e ad accertarne le relative cause.

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso. Tutti i contenuti sotto forma di banner sono pubblicità.

Guarda anche

Santa Maria Capua Vetere – Ladri d’antichità: obbligo di dimora per due tombaroli

Santa Maria Capua Vetere – I “ladri d’arte” rubano il passato e cancellano il futuro. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso. Tutti i contenuti sotto forma di banner sono pubblicità.
Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.