Ultim'ora

PIETRAMELARA – Tares, il gruppo La Svolta: “Bollette alle stelle, vogliamo vederci chiaro”

PIETRAMELARA – In questi giorni i cittadini di Pietramelara stanno ricevendo le bollette Tares, la nuova tassa sui rifiuti introdotta dal governo Monti attraverso il D L 201/2011 e adottata dai comuni a decorrere dal primo Gennaio 2013. Bollette da capogiro che non hanno risparmiato nessuno ed in particolare hanno colpito le fasce deboli: persone anziane, disabili, disoccupati. Cifre astronomiche anche per i titolari di attività di ristoro, albergazione, bar e strutture ricettive. Nel corso dell’ultimo consiglio comunale, il gruppo consiliare di opposizione La Svolta, aveva provato a far ragionare il sindaco e la maggioranza sottolineando la grave crisi del momento, ma c’è stato nulla da fare, l’amministrazione si è blindata dietro un laconico “dobbiamo coprire tutte le spese del costo smaltimento come previsto dalla legge”. Proprio il costo dello smaltimento secondo i consiglieri del gruppo:”Abbiamo sin da subito individuato l’anomalia del raddoppio di costi del servizio di smaltimento da 490,000 a 750,000 € annui segnalandolo in consiglio, ma non c’è stato nulla da fare: loro hanno approvato a maggioranza, noi abbiamo votato contro! Per noi parlano gli atti ed il tentativo sterile quanto ingiustificato di qualche consigliere comunale di maggioranza che intende coinvolgerci nella bagarre risulta vano in partenza, perchè la gente conosce la verità ed è consapevole che dietro queste cifre da capogiro della Tares ci sono i fallimenti amministrativi degli ultimi sei anni che guarda caso coincidono con l’insediamento dell’amministrazione Leonardo: mancato raggiungimento delle percentuali di raccolta differenziata previste dalla legge; mancato completamento dell’isola ecologica, opera votata in consiglio all’unanimità e mai attivata. I cittadini devono sapere che alcuni comuni attraverso l’utilizzo dell’isola ecologica hanno ottenuto uno sgravio sulle bollette fino al 40% (comma 2 art.15 del regolamento). I cittadini devono sapere che in consiglio abbiamo presentato degli emendamenti riguardo le esenzioni per i contribuenti invalidi al 100% a prescindere dal modello ISEE, ma non c’è stato nulla da fare. Abbiamo chiesto la decurtazione del 30% sulle bollette delle famiglie che abitano in periferia e che quindi non godono del servizio per intero, ma non c’è stato nulla da fare. Abbiamo chiesto una stretta di vite per gli ambulanti e per i commercianti del mercato domenicale, con la Tares anche loro dovranno contribuire: avete notato in che stato lasciano l’area mercato la domenica? In ultimo, il gruppo La Svolta ha incaricato un pool di esperti per verificare fino in fondo le somme dovute secondo i calcoli sviluppati dal comune. I contribuenti possono stare tranquilli: l’opposizione c’è e cercherà in ogni modo di non far pesare sulla pelle dei cittadini le scelte fallimentari di un’amministrazione che ha ridotto il paese in ginocchio”.

 

 

 

Guarda anche

PROVINCIA SENZA CORRENTE – CHI HA SUBITO DANNI PUO’ CHIEDERE RISARCIMENTO

CASERTA – Tantissimi residenti della provincia di Caserta hanno vissuto, nelle giornate di martedì e …

20 commenti

  1. Ridicoli….comincia a pagare tu l’imu da 200.000€!

  2. si ma l’immondizia non doveva subire variazione, mi sa che stavolta scatteranno un po di denunce,non si modificare delle leggi a piacere,non si può qua ci siamo rotti il xxxxxx

  3. SIETE RIDICOLI E BUONI SOLO A FAR POLITICA!

  4. Ottimo lavoro. Una opposizione concreta, corretta e puntuale. Siete da soli in consiglio comunale ma vi battete come leoni. State tranquilli la gente si è pentita di non avervi votato.
    Giuseppe F.

  5. Fra tares e i mauriello ad entrata paese e fatta na nzalat……no ma non ti preoccupare non se ne accorto nessuno perche la tares e cosi alta…….stai tranquillo nessuno sà perche ci tieni cosi tanto ai mauriello in entrata di paese….

  6. Purtroppo tante parole che dimostrano IMPREPARAZIONE e INCOMPETENZA sia da parte della maggioranza sia da parte del l’opposizione. Prima di tutto il costo del servizio non PUÒ aumentare se ci sono i contratti che fissano il limite alla cifra di circa 400.000 euro. Aggiungi che il servizio NON viene svolto; anzi viene svolto solo in Piazza San Rocco (a favore del bar) e Piazza Sant’Agostino (perché ci sta il Comune) ma in tutte le altre strade manca completamente o, al massimo, viene svolto UNA volta a settimana. Allora c’è una sola cosa GRAVISSIMA alla base di bollette così alte (pensate che neppure a Roma si paga tanto) ed è il DISSESTO FINANZIARIO in cui il Comune e’ stato portato da Sindaco e amministratori incapaci che non hanno neppure quel minimo di trasparenza per DIRE CHIARAMENTE ai cittadini come stanno le cose e vogliono coprire le loro GRAVI responsabilità, di varia natura, aumentando tutti i tributi per gonfiare il bilancio con previsioni di entrate che sanno bene NON potranno realizzarsi (lo sanno bene che non può un commerciante pagare di sola Tares oltre 2000 euro o un ristorante oltre 8000 euro o un alberghetto oltre 12000 euro) vista la grave crisi in cui si trova il nostro Paese causata in parte anche dagli amministratori che niente hanno fatto per salvare la Cartiera (che metteva in circolo almeno 30 stipendi) o per rilanciare le attività produttive o la zona artigianale magari realizzando le infrastrutture come strade e illuminazione per attirare gli investimenti di imprenditori. Il DEFAULT del Comune, che emergerà ufficialmente (date tempo al tempo) obbligava il Consiglio Comunale (compresa la minoranza che almeno doveva fare istanza) a dichiarare, lo dice la legge, la situazione di squilibrio finanziario e non girare sulla discussione circa l’aumento o non aumento della Tares. Guarda caso nello stesso bilancio c’è un APPOSTAMENTO di circa 300.000 euro per premi ai dipendenti che erano già stati liquidati e che bisognava coprire. Se l’opposizione avesse avuto gli occhi aperti avrebbe evitato di inseguire la maggioranza sul terreno della TARES dove la maggioranza voleva giocare (e ha giocato) e avrebbe chiesto al Sindaco di fare una dichiarazione ufficiale (che non poteva fare) sulla assenza di uno stato di squilibrio e dunque di DISSESTO in cui ci troviamo e che viene nascosto ai cittadini per responsabilità di MAGGIORANZA e OPPOSIZIONE. La Corte dei Conti, per grazia, non fa distinzione ma considera TUTTI semplicemente CONSIGLIERI COMUNALI e ugualmente responsabili.

  7. Siamo un paese in rivolta!!!!!!!!!adesso basta!!!ogni settimana c’è una novità..!!Dovunque vai senti parlare di tares e di licenze per piaceri elettorali……..Pietramelra non merita di diventare un paese………….

  8. luisella a bionda

    Caro consigliere (per nostra fortuna di minoranza….)noi cittadini “normali” che non abbiamo “ereditato” un posto fisso e che quindi ogni giorno facciamo i conti con le conseguenze di questa grave crisi che sta affliggendo l’Italia tutta e non solo la nostra Pietramelara, possiamo essere preoccupati e forse anche infastiditi dall’aumento delle tasse comunali. Se qualcuno non ci spiega che il Comune ha potuto incidere ben poco sui calcoli dell’imposta e se non leggiamo i giornali nazionali ma solo “quelli” locali che ci spiegano chiaramente che l’aumento non riguarda solo il nostro Comune ma l’intero territorio nazionale, e’ facile imputare al sindaco Leonardo e all’intera amministrazione anche il terremoto dell’Irpinia del 1980. Ben fa il gruppo di minoranza ad interessarsi dei soldi pubblici ma non guasterebbe se SENZA interrogazioni o MAGISTRATURA anche i nostri consiglieri di minoranza CHIARISSERO la loro posizione contributiva nei confronti delle casse comunali in modo che noi tutti non potessimo pensare che a Pietramelara c’e’ qualcuno che a differenza dei cittadini ” normali” quando riceve il bollettino di pagamento dell’IMU lo ignora e, a distanza di anni, per l’evasione dello stesso, occorre una sentenza del tribunale… Anche questi non ancora riscossi sono soldi di noi cittadini “normali” che non godiamo dei privilegi della “casta”.
    Lo sapete che in America se un cittadino se ha una multa (per un semplice divieto di sosta) in sospeso con il Comune, non puo’ candidarsi alla carica di Sindaco? E poi viene da dire …… da che pulpito viene la predica

  9. Ho appena letto l’articolo di paese news (a seguire) in cui si comprende come le cose dovrebbero funzionare: ci sta una valutazione dei risultati dell’organo di valutazione che ha certificato che per l’anno 2012 tutti gli obiettivi sono stati raggiunti e solo cosi cinque funzionari – quelli che hanno maggiormente “sudato” per tali risultati possono incassare i premi previsti: PARLIAMO di quasi 15mila euro (lordi) complessivi per un Comune di popolazione tripla a Pietramelara, che ha il titolo di “città”, che ha dipendenti laureati e con qualifica di dirigente (dopo un concorso) e che dopo attenta Valutazione (dottoressa Broccoli) consente una liquidazione a 5 dipendenti su circa 60 di un premio pari a 3000 euro lordi a testa (1500 euro netti). Da questo semplice confronto con la liquidazione di circa 300.000 euro per tutti i dipendenti avvenuta per 6 anni consecutivi e’ semplice capire perché dobbiamo pagare a Pietramelara tasse per migliaia di euro. Vi invito a leggere l’articolo di Teano.

  10. Che squallore!finitela di truffare i cittadini, voi della minoranza siete responsabili al pari della maggioranza,chi era presente all’ultimo consiglio comunale ha assistito al vostro comportamento e ha visto pure come avete votato i vari provvedimenti, tares compresa.
    Ora, per cortesia, abbiate rispetto di noi cittadini che ci troviamo a sopportare questa ennesima gabella con molte difficoltà,tacete, non venite a raccontarci frottole,rispettateci lo esigiamo!

  11. Teano che ha 20000 abitanti che liquida incentivi per meno di 15000 euro in totale veramente rappresenta un termine di paragone che mi fa rabbrividire e che tutti comprendono.

  12. Caro Pasquale, avresti dovuto precisare che i circa 15 mila euro rappresentano l’indennità di risultato e non i premi; a questa va aggiunta l’indennita di posizione che è di circa 56 mila euro. Per fare poi confronti bisognebbe andare a vedere l’ammontare delle somme previste nei progetti incentivanti premialità. Quindi, per poter affermare con certezza quanto da te detto bisogna conoscere i progetti incentivanti; che tu ben conosci. Diversamente il tuo commento e privo di fondamento.
    Sul tuo commento vorrei fare una mia personale considerazione, ma preferisco tenerlo per me!!!!!!

  13. Questa maggioranza è ridicola nei suoi componenti e nei suoi tifosi. Alla gente arrivano le stangate e loro si preoccupano dell’IMU di De Ponte, sono bravi solo a seminare odio per nascondere le proprie colpe. Su forza a spiegare perchè Pietramelara deve pagare così tanto e non cercate le solite scuse.

  14. Angelo è partito bene poi invece per fare lo scienziato “so tutto io” ha detto un mare di cavolate. Luisella mi sa che è un po invidiosa… quando parla del posto fisso di de ponte, quasi fosse colpa sua che è aumentata la tares. Poi ci sono le solite polemiche sterili ed inesatte sugli incentivi ai dipendenti , qualcuno farebbe bene ad informarsi meglio sulle cifre e non fare di tutt’erba un fascio. Infine c’è il solito Antonio che sicuramente non era presente in consiglio o che forse assisteva ad un altro consiglio comunale, forse di un altro comune… come si evince dai verbali la minoranza ha votato CONTRO il piano finanziario tares e CONTRO il bilancio di previsione 2013. Cari commentatori, iatevenn a dorme e studiate!!!

  15. Ma perche’ De Ponte deve qualcosa al Comune??
    Perche’ non risponde proprio lui????????????????

  16. Meno male che la tares c’e’… per tutti…
    Meno male che l’ingegnere e la “sua” stazione di servizio c’e’…
    Meno male che la magistratura c’e’…anche per gli accertamenti IMU
    Meno male che il posto fisso c’e’… solo per la casta
    Meno male che Luisella a bionda c’e’…
    Meno male che l’invidia c’e’…
    Meno male che Silvio c’e’… piuttosto “scramazzato” .

  17. Una stangata da fare paura! E che ci fanno con questi soldi? Ma siamo pazzi? Bollette che non vi dico le ho viste io con i miei occhi. Mai visto questo schifo in tanti anni dove il Comune non ha fatto niente proprio per i cittadini una bolletta altissimi sisma ma dico io amministratori che ci volete fare andare a rubare ?

  18. Sig. Sindaco alla luce di tutte queste chiacchiere che vengono dette, perche’ non fa un bel comizio in piazza e spiega a tutta la cittadinanza……che cosa ha realmente fatto e perchè ha operato in questo modo. Dando modo alla cittadinanza di capire realmente cosa sta succedendo nel nostro paese.
    In questo modo si riesce a capire dove arriva la strumentalizzazione di certi problemi e dove finisce la politica………………………

  19. Caro antonio come potrebbe fare un comizio vuoi farlo linciare? la tares gli è scapatta dalle mani… e si vede dai prezzi dei paesi vicini che non hano piazza di spagna e nemmeno noi…solo che noi abbiamo fatto errori nel promettere tanta carne all’ufficio tecnico e adesso ci stanno cuocendo…….ti basta?

  20. Facile per questa amministrazione difendersi da accuse circostanziate gettando fango sull’opposizione. E’ la tattica vecchia come il mondo di chi sa di avere torto: facimm ammuina!!!

    Ma perché nessuno dice che l’Imu sui terreni agricoli l’hanno messa, guarda caso, solo su una piccola zona dei pantani (fingendo che siano edificabili e invece non lo sono perché solo il Consorzio ASI li può espropriare) ben sapendo che così colpivano solo la minoranza con una pesantissima mazzata economica del tutto ingiustificata?

    E perché nessuno dice che moltissime volte le richieste di imu per quei terreni sono state giudicate infondate o diminuite moltissimo dai giudici? Altro esempio di incompetenza di questa amministrazione