Ultim'ora

Presenzano / Sesto Campano – A 102 anni è mancato Giovanni, l’Eroe di guerra. Riuscì a salvarsi grazie al suo mestiere

Presenzano / Sesto Campano (di Nicolina Moretta) – Ieri mattina è deceduto Giovanni Caraccio di anni 102, Eroe della Seconda guerra mondiale. Durante la Seconda guerra mondiale, Giovanni combatté in Iugoslavia e in Francia, dove fu catturato dai tedeschi assieme a degli ebrei. Giovanni riuscì a fuggire e a liberare gli ebrei. Fu di nuovo catturato dai tedeschi e condotto in un lager, era destinato al lager di Auschwitz. A salvarlo da quella destinazione fu il suo mestiere di sarto, che gli permise di non essere trasferito, dato che era utile ai tedeschi come sarto. Poi, finalmente l’arrivo degli inglesi, e con loro la libertà. Dopo la liberazione Giovanni non trovò l’aiuto di uno psicologo, così come sarebbe accaduto oggi, ma si rimboccò le maniche, iniziò a lavorare e formò una famiglia. Il nostro eroe è stato onorato da diversi pregevoli riconoscimenti, ma soprattutto Giovanni è stato il testimone autentico di una generazione che più che aspettarsi qualcosa ha donato incondizionatamente, salvando vite umane e ricostruendo l’Italia. Un esempio per i giovani e non solo per loro. Diversi i riconoscimenti e attestati di stima del nostro grande eroe. Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, l’ha nominato “Commendatore al Merito della Repubblica Italiana”; attestati dall’Associazione di promozione sociale “Amici del Tricolore”; dall’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci di Faiano (SA), dall’Amministrazione Comunale di Presenzano. Le esegue si terranno stamattina a Presenzano alle ore 11.00.

Guarda anche

Bimba di 8 anni strappata alla vita, intera comunità in lutto

VILLA LITERNO.  “Il Paradiso ha un nuovo angelo a vegliare su noi. Purtroppo è di …