Ultim'ora

Piedimonte Matese – Scandalo in comune, La Procura: allarmante scenario di presunte corruttele che pervade la realtà sociale e politica

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Piedimonte Matese – Un allarmante scenario di presunte corruttele che pervade la realtà sociale e politica del capoluogo matesino; l’imprenditore Civitillo capace di condizionare fortemente le scelte politiche del gruppo di maggioranza, capeggiato non dal sindaco Luigi Di Lorenzo, bensì proprio da Gianluigi Santillo, personaggio quest’ultimo, in realtà, nelle mani proprio dell’imprenditore. Civitillo. Sono queste, alcune ipotesi, inquietanti, avanzate dagli investigatori nell’ambito dell’inchiesta per lo scandalo che ha colpito il municipio matesino.
Le indagini svolte, finora, dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere fornisce – come sottolinea la stessa Procura – una notevole quantità di dati determinanti nel delineare un allarmante scenario di presunte corruttele che pervade la realtà sociale e politica di Piedimonte Matese. Gli elementi colti dalle interessanti e lunghe conversazioni intercettate soprattutto quelle fra l’ingegnere Vincenzo Menditto e il politico Gianluigi Santillo. Descrivono un allarmante condizione di asservimento – evidenzia la Procura – dei funzionari e politici di Piedimonte Matese a vantaggio dell’imprenditore Vittorio Civitillo, figura – quest’ultimo – quasi un uomo ombra, che campeggia per ingerenza sulla scena politico-imprenditoriale del comune matesino. Civitillo, si legge negli atti delle indagini, condiziona fortemente le scelte politiche del gruppo di maggioranza, capeggiato non dal sindaco Luigi Di Lorenzo, bensì proprio da Gianluigi Santillo, personaggio quest’ultimo, in realtà, nelle mani dell’imprenditore. Civitillo, evidenziano gli investigatori, ha svolto un ruolo determinante nel corso della crisi politica che ha avuto luogo lo scorso mese di febbraio tra il Sindaco Di Lorenzo e il resto della maggioranza amministrativa: rottura che appariva in un primo momento insanabile, dovuta essenzialmente alla volontà di Di Lorenzo (non condivisa dal resto della maggioranza, in particolare da Ivan Filetti) di non prorogare l’incarico professionale ad Angelo MEOLI, costui alla guida del settore Lavori Pubblici del Comune.

Guarda anche

Francolise – Corruzione elettorale, sotto processo consigliere comunale, il padre e un imprenditore

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Francolise – Una vicenda molto complicata con l’imputato, Tommaso Campanile, che ha sempre respinto ogni …

un commento

  1. Talete Tepenso

    ….. a Piedimonte Matese c’è “un allarmante scenario di presunte corruttele che pervade la realtà sociale e politica” ….
    Ok, ora passiamo alle altre scoperte che aspettano di essere consacrate:
    – l’acqua calda;
    – la terra non è piatta
    – il cretese che dice bugie è un bugiardo, ma il cretese bugiardo che dice bugie dice la verità;
    – Achille, è paradossale, ma arriva sempre prima della tartaruga, anche se non corre;
    – con la filosofia non si mangia, ma senza ti mangiano…….
    – e via di questo passo, ma senza fretta, che il tempo può essere solo perso …….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.