Ultim'ora
foto di repertorio

Sparanise – Bancarotta fraudolenta, noto imprenditore arrestato: deve scontare pena definitiva

Sparanise – E’ stato rintracciato e arrestato in provincia di Grosseto un noto imprenditore di Sparanise la cui azienda opera nel settore della realizzazione di impianti elettrici e telefonici pubblici, quindi per contro Enel e Telecom. Giovanni Fiocco, di circa 50 anni, è stato rintracciato dai carabinieri della compagnia di Caserta che hanno eseguito un ordine di arresto emesso dal tribunale in conseguenza di una sentenza diventata definitiva. L’imprenditore – difeso dall’avvocato Nicola Leone – dovrà scontare 4 anni e 6 mesi di reclusione.
I fatti sono relativi al fallimento dell’azienda Saret srl con sede a Napoli di cui Fiocco fu amministratore fino al 2005. Il fallimento fu dichiarato nel 2006 e fece emergere una fraudolenza nel fallimento. L’imprenditore si è sempre difeso affermando che aveva perso l’autonomia gestionale perché nella società Seret entrarono alcune persone di Casal di Principe che, di fatto, assunsero la gestione della società, estromettendo Fiocco. Su queste precisazioni dell’imprenditore di Sparanise ci sarebbe una precisa indagine della Procura della Repubblica. Intanto la sentenza per bancarotta è diventata definitiva spalancando le porte del carcere per il 50enne di Sparanise.

Guarda anche

Alvignano / Ailano – Furti, carabinieri inseguono coppia di ladri: refurtiva abbandonata e fuga nei boschi

Alvignano / Ailano – Tutto prende corpo ieri pomeriggio, intorno alle ore 15, lungo la …