Ultim'ora

ALIFE – Protocollo comunale, la parola passa ai giudici

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

alife. Scontro funzionario – segretario comunale. Notificato ricorso innanzi al Giudice del Lavoro  avverso i presunti illegittimi comportamenti assunti dal Segretario Comunale nei confronti della dirigente dell’area Amministrativa.  Gravi le doglianze della dipendente che lamenta una illegittima ed illecita ingerenza nella propria  sfera di competenza, mediante     una serie di atti vessatori e persecutori tesi ad  interferire nella propria attività lavorativa, con l’intento di sottrarle  competenze  svilirne pubblicamente l’immagine professionale, ed contestazioni strumentali.  Il ricorso sarebbe stato notificato dopo  innumerevoli inviti,  inviati al Sindaco  dal legale della dirigente, all’adozione  di  atti idonei a ristabilire la legalità,  rimasti tuttavia privi di esito. Nelle comunicazioni inviate al Sindaco si evidenziano  inoltre comportamenti illeciti assunti dal segretario, che avrebbe vietato alla dipendente di accedere al protocollo, minacciando ingiustamente l’adozione di provvedimenti disciplinari,  aggredendo più volte verbalmente la dirigente e più in generale si lamenta un utilizzo strumentale   del protocollo da parte di alcuni.  I fatti (fondati su prova scritta),  sono  di estrema gravità, tenuto conto dell’inesistenza di vincolo  gerarchico tra segretario e capi area ed in considerazione del fatto che il Sindaco, in relazione all’intera vicenda, non solo non avrebbe  mai adottato alcun provvedimento atto a far cessare tali  comportamenti, ma in qualche occasione li avrebbe addirittura avallati. Di sicuro la condotta del Segretario non può dirsi improntata sui principi generali di correttezza, trasparenza ed imparzialità, cui l’azione amministrativa dovrebbe ispirarsi. L’udienza è fissata innanzi al Giudice del Lavoro di Santa Maria Capua Vetere per il 20. 3.2012. Qualche mese fa, dopo una durissima aggressione verbale che la dirigente dell’area amministrativa avrebbbe subito ad opera del segretario del municipio alifano, fu necessario l’arrivo dell’ambulanza. Proprio per questa ragione, non si esclude che la vicenda nta dallo scronto fra la dirigente e il segretario comunale, oltre al giudice del lavoro, possa finire anche su altri tavoli.

Guarda anche

SCUOLA e CORONAVIRUS – Il Governo ci ripensa: niente DAD con un solo contagiato

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Non verrà attuata la didattica a distanza in caso di un solo positivo in classe. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.