Ultim'ora
foto di repertorio

Caianello – Droga, 17enne si difende: avevo “rubato” quella marijuana

Caianello – Il giudice del tribunale dei minori di Napoli ha deciso di rimettere in libertà il 17enne di Caianello arrestato l’altro giorno con l’accusa di coltivazione e spaccio di sostanze stupefacenti. Il ragazzo – assistito dall’avvocato Ernesto De Angelis – ha spiegato che la sostanza stupefacente trovata dai carabinieri, la mattina della perquisizione, era stata sottratta in una coltivazione (chiaramente clandestina) vicina. Sì, proprio così. Il minorenne coinvolto nell’inchiesta avrebbe anche condotto i carabinieri sul posto, in un campo abbandonato dove effettivamente i militari dell’arma, agli ordini del maresciallo Palazzo, avrebbero riscontrato la presenza di una serie di piantine di marijuana. Il 17enne si sarebbe solo preoccupato di tagliere le cime di alcune piante e di conservarle nella sua casa. Il giudice ha creduto alla tesi avanza dall’adolescente che è già tornato in libertà. La vicenda sfocerà, quasi certamente, in un processo a carico del ragazzo di Caianello.
Lo studente, di 17 anni, aveva circa un chilogrammo di sostanza stupefacente, tipo marijuana. Saranno le indagini dei carabinieri, nei prossimi giorni, a chiarire esattamente la provenienza della droga e il ruolo del minorenne fermato.

Guarda anche

Teano / Sessa Aurunca – Spaccio di droga, scelto il giudice: parte il processo per 16 imputati

TEANO / SESSA AURUNCA – E’ stato assegnato il giudice che dovrà gestire il processo …