Ultim'ora

ROCCAMONFINA – L’amministrazione comunale vuole vendere il Bar Santa Lucia, il secco “NO” dell’opposizione

ROCCAMONFINA ( di Antonio Migliozzi ) – “Il bar Santa Lucia non si vende!”. E’ l’accorato appello del consigliere di minoranza nonché segretario cittadino del Partito Democratico Michele Cestrone, in seguito alla proposta scaturita in seno al consiglio comunale di venerdì pomeriggio. “Dallo scorso consiglio comunale dell’altro giorno è emerso che l’Ente Comune dovrà mettere in vendita alcuni beni immobili pubblici ed aree sedime. Tra questi è stato individuato ancora una volta anche da questa amministrazione comunale il Bar Santa Lucia. Siamo da sempre convinti che codesta struttura rappresenta la storia del paese ed un patrimonio culturale rilevante. Privarsi di un bene così importante è sbagliato anche se teoricamente intimato dal Ministero”. Naturalmente non sarà l’attività commerciale ad essere in vendita dall’Ente Comune, in quanto essendo un’attività privata l’Amministrazione comunale non avrebbe alcun titolo per un’operazione del genere, ma il discorso cambia di poco. Anche le precedenti amministrazioni comunali, come ribadito dallo stesso Michele Cestrone, nelle loro legislature misero in vendita alcuni immobili del Comune, tra questi anche la struttura che ospita da tantissimi anni l’attività commerciale di un bar. Queste “proposte di vendita” sarebbero il frutto dei due dissesti finanziari dichiarati ad oggi dal Comune di Roccamonfina, ma la cosa strana sembra che non molto tempo si sia dichiarato che dal dissesto si sarebbe uscito, anche se le tasse continuano ad avere il massimo di percentuale e le strutture pubbliche continuano ad essere messe in vendita.

Guarda anche

ROCCAMONFINA – Furti, ladri colpiscono due scuole del paese. Indagano i carabinieri

ROCCAMONFINA – I malviventi sono entrati in azione la notte scorsa penetrando all’interno della struttura …