Ultim'ora

DRAGONI / CELLOLE – Rischia la vita tuffandosi dallo scivolo del Jolly Park, guardia carceraria fuori pericolo

DRAGONI / CELLOLE (di Tommasina Casale) – Fuori pericolo la guardia carceraria ferita su uno scivolo al Jolly park. Oggi, dopo giusto un mese, hanno tirato un sospiro di sollievo i familiari di Paolo Sangiorgio, il quarantatreenne di Cellole. L’uomo era rimasto gravemente ferito a causa di un tuffo da uno scivolo al jolly park di Dragoni. L’impatto forte con l’acqua, dovuto molto probabilmente al peso eccessivo, ha provocato diversi danni che hanno fatto temere per la sua vita. La caduta dallo scivolo, oltre al bacino rotto, ha danneggiato molti organi interni. Ad avere la peggio sono stati i polmoni. L’uomo dopo il tuffo si rialzò ma si accasció subito in acqua. I bagnini lo portarono fuori dalla piscina ed è stato lui stesso a chiamare l’ambulanza. Era cosciente e convinto che non era nulla di grave. Arrivato in ospedale a Piedimonte Matese i medici hanno subito compreso la gravità e lo hanno portato in sala operatoria per un intervento al bacino. Intervento che si è protratto per oltre sei ore complicato da un’emorragia interna che ha costretto i chirurghi a trasfondere sei litri di sangue. Portato in terapia intensiva ha passato questi ultimi giorni attaccato ad una macchina che gli permetteva di respirare. L’attività polmonare si era fermata quasi subito ma le cure dei medici del nosocomio matesino, soprattutto la sua voglia di vivere, hanno fatto sì che da alcuni giorni i polmoni hanno iniziato a riprendere la loro funzione. Avrà bisogno di moltissimo tempo per riprendersi ed anche altri interventi ma finalmente oggi i medici hanno sciolto la prognosi: “é fuori pericolo”. Gioia immensa per la moglie Teresa ed i figli. Ma gioia anche per i genitori Vera ed Antonio e della sorella Tiziana che possono finalmente vedere un futuro, se pur non semplice, con il loro congiunto. Felicità anche tra la comunità cellolese che in questo mese è stata vicina alla famiglia di Paolo.

Guarda anche

CELLOLE – Città violenta, ancora un preoccupante primato

CELLOLE – In tutta la provincia di Caserta, lo scorso anno 2023, sono stati registrati …