Ultim'ora

VAIRANO PATENORA – Appalto acquedotto, il Tar accoglie la linea del comune: bocciato il ricorso Siteco

VAIRANO PATENORA – Appalto per l’acquedotto comunale, i giudici del Tar accolgono la linea difensiva del municipio di Vairano Patenora – difeso dall’avvocato Pasquale Di Fruscio – e respingono la richiesta del ricorrente, Siteco, di sospensiva. Tuttavia la motivazione con cui il Tar ha negato la richiesta di Siteco lascia poco spazio alle sorprese. Così, anche nel merito, quasi sicuramente, i giudici del Tar dovrebbero dare ragione al municipio vairanese. Alla base di tale scelta potrebbe esserci un difetto di legittimazione da parte del ricorrente, in ragione della tardività del ricorso rispetto all’esclusione dalla gara stessa, appalto per oltre 4milioni di euro. Proprio su questo aspetto l’avvocato Di Fruscio, difensore dell’ente vairanese, aveva incentrato la propria difesa. Una linea premiata dal Tar

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso.

Guarda anche

TEANO – XXVII Giornata della vita consacrata, Cirulli: portate il bene nella vita del prossimo

TEANO (di Nicolina Moretta) – Ieri sera la Cattedrale a Teano era insolitamente deserta alle …

2 commenti

  1. Abbiamo zittito (si spera) tutti i pettegoli di bar. Purtroppo per qualcuno le sentenze non sono chiacchiere ma fatti concreti. L’amministrazione ha dimostrato come si fa un appalto correttamente. Andiamo avanti.

  2. Veramente sembra che, come sempre, abbiate vinto per un errore altrui. Il TAR avrebbe dichiarato irricevibile il ricorso per tardività dell’impugnazione, avvenuta oltre il termine decadenziale di legge, senza dunque esaminare le censure sollevate dalla ricorrente.
    Se è così avete poco da festeggiare.
    Resta il fatto che amministratore e soci di fatto dell’appaltatrice Impresit, i fratelli Luigi e Francesco Caprio, presenti costantemente sul cantiere per controllare i lavori, sarebbero sottoposti ad interdittiva antimafia e corre anche voce di ———————————- —————–
    ——————-
    Prima ve ne andrete a casa e prima il paese respirerà un po’ di aria meno mefitica e meno piena dei vostri miasmi.
    Abbiamo bisogno di respirare aria pura: ANDATE VIA!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *