Ultim'ora

CASERTA – Clp, i sindacati: gestione commissariale peggiore di quella societaria

CASERTA – I continui malumori aziendali, raccogliendo le tante critiche e lamentele dei dipendenti della Clp Esposito (azienda affidata ai Commissari Prefettizi Amministratori Clp Dott. V. Molisso e Dott. G. Armonioso il 26 Febbraio), esprimono forte preoccupazione per come l’attuale Amministrazione Prefettizia ha  organizzato e sta gestendo il servizio di trasporto pubblico nella città di Caserta e Provincia. Questo è quanto affermano in questa nota dipendenti.  E dal 12 Marzo, nell’incontro in cui i Commissari Prefettizi, i vertici aziendali e le OO.SS.  si sono profusi in assicurazioni e rassicurazioni verso i dipendenti che esplicitavano una serie di carenze nella gestione del servizio;

·         Organizzazione del lavoro,

·         Mancata assunzione del personale,

·         Assunzioni, promozioni, attribuzioni di livello, distaccamento di personale in altre mansioni,

·         Continue variazioni di turni di servizio, di orari di lavoro, di ciclicità lavorative

·         Nessuna certezza sul rispetto della data di retribuzione delle spettanze mensili,

·         Mancati accordi di carichi di lavoro (bigliettazione a bordo) per il personale viaggiante

·         Modifiche apportate sui cedolini paga, e etc etc.

A distanza di un mese, nulla di tutto questo si è visto, allora le lagnanze dei dipendenti si fanno sempre più forti, oggi chiedono interventi atti a far sì che i “Molisso e Armonioso” siano più presenti e concreti nelle procedure gestionali, come il rispetto della data delle spettanze, vista la delibera regionale del trasferimento di risorse del mese di Febbraio (decr. 62 del 24/3/2015 dip 53), i fondi ci sono. Le lagnanze dei cittadini si fanno sentire presso le istituzioni locali, poiché a vengono vessati ancora da disservizi creati ad hoc, forse dai Commissari (ignari del trasporto pubblico)? forse dai dirigenti? forse da…? dal 1 Aprile a seguito della comunicazione di Unico Campania e Clp si è prorogato l’affidamento della vendita dei titoli di viaggio alla sola azienda Clp, che da diversi giorni non ha nessun presidio per la vendita degli abbonamenti nella zona di Sessa Aurunca e Frazioni (22.000 Abitanti e 163,00 Kmq) , tutto ciò crea un esborso economico alle famiglie che devono affrontare un costo supplementare in questi giorni per viaggiare sui bus. Da precisare che il procedimento per ottenere l’abbonamento è legato ad una tessera rilasciata dalla Clp (€. 5,00), la stessa se non si ha il computer non è possibile acquistarla. I comitati cittadini, i comitati studenteschi, i comuni del territorio, chiedono a gran voce che si provveda a tutelare al meglio le fasce deboli dell’utenza (studenti, operai, massaie, anziani e….)., auspicando che venga offerto un servizio adeguato come informazione orari, vendita titoli di viaggio, servizio assicurato in più fasce orarie (come il serale) e ancora meglio servite le tratte dalle periferie e frazioni, (diversi i tagli km senza preavviso e senza autorizzazione regionale).
La preoccupazione ulteriore dei lavoratori, come pare ormai scontata, dopo palesi segnali di pericolo di un prosieguo di cattiva gestione del servizio, sia figlia di una cattiva organizzazione interna dell’Azienda, certi su tutto ciò, gradiremmo, da parte dell’Amministrazione Prefettizia, che con un assordante silenzio alle richieste fattele, gradiremmo ascoltare a gran voce le loro ragioni, o quantomeno, verificare interventi concreti a sanare le criticità, così da rassicurare i lavoratori e la cittadinanza sulla bontà di come vengono gestiti i servizi affidati dalla Regione.  Nel concludere questa segnalazione, non ci rimane che invitare il Sig. Dott. Molisso e Armonioso, il Prefetto, la Regione Campania, l’ACAM, il Sindaco Dott. Tommasino, a vigilare sulla gestione aziendale, nel rispetto delle leggi, con la speranza che le cose segnalate possono cambiare.

Guarda anche

TEANO – Imbianchino cade dal balcone e finisce sull’amico: entrambi miracolati

TEANO – Per fortuna le persone coinvolte nei fatti non hanno riportato particolari conseguenze.  I …