Ultim'ora

RIARDO – Croce Rossa, Danilo Esposito chiede locali comunali. L’amministrazione dice “no”: è una vendetta politica

nicola-dovidio-riardodanilo-esposito

RIARDO – Croce Rossa, Danilo Esposito chiede locali comunali. L’amministrazione dice “no”: è una vendetta politica. Non va dimenticato, infatti, che Esposito, alle ultime comunali, quella che hanno consegnato la maggioranza al gruppo guidato dal sindaco Nicola D’Ovidio, militava nella lista che sosteneva il mancato sindaco Nicola De Nuccio.

La richiesta di Esposito:

“In qualità di volontario del gruppo di Riardo della Croce Rossa Italiana: CONSIDERATO che la richiesta del gruppo C.R.I. di Riardo, presentata lo scorso 28 Ottobre 2013 (Prot. N. 4205), non ha conseguito, dopo quasi sei mesi, alcuna risposta da V.S. in merito all’assegnazione della sede C.R.I., individuato allora in Via Papa Giovanni XXIII ove ha sede la Protezione Civile di Riardo, secondo gli accordi presi con il gruppo C.R.I. di Riardo e con il nostro Presidente C.R.I. di Caserta, Dott. Aniello Leonardo Caracciolo, CHIEDE nuovamente di poter avere in concessione d’uso un locale in un immobile di proprietà comunale da adibire a sede del gruppo di Riardo di Croce Rossa Italiana per potersi costituire legalmente. Si precisa, relativamente all’interesse pubblico dell’associazione, che le spese inerenti alle utenze idriche ed energetiche resteranno a carico del Comune di Riardo. Inoltre, a nome del gruppo di Riardo di Croce Rossa Italiana, chiediamo di rispettare e valorizzare la realtà C.R.I. esistente sul territorio riardese e di non sopprimere il nostro diritto alla autodeterminazione nel nostro territorio comunale e che nessun altro gruppo della provincia di Caserta acquisisca il territorio comunale di RIARDO, consentendoci di continuare la nostra attività, relazionandoci ancora con il Comitato C.R.I. di Caserta, poiché senza sede non esistiamo legalmente a Riardo”.

La risposta del sindaco:

“Nel manifestarle preliminarmente il più vivo apprezzamentoperilvalore sociale dell’iniziativa di cui Lei si è fatto promotore, lo scrivente   nonpuò che rappresentarLe, dopo attenta valutazione   degli immobiliattualmentedi proprietà comunale, che, allo stato, non sussiste la disponibilità disedi dove   il Gruppo Volontari della Protezione Civile –   istituito e disciplinatonel suo funzionamento con regolamento approvato dal ConsiglioComunale – possa essere immediatamente trasferito alfinediconsentire l’utilizzo della sede attualmente ad esso destinato, sita in via Papa Giovanni XIII, da partedei gruppo CRIdi Riardo da Lei rappresentato.

Nel convincimento che possano instaurarsi nel futuro proficue formedi collaborazione con questo Ente e che possa al più presto trovare una sedeconsona”.

Guarda anche

Riardo / Teano / Pietramelara – Uccise la fidanzata con un colpo di fucile, salta l’udienza

Riardo / Teano / Pietramelara – Oggi il 20enne riardese accusato di aver ucciso Francesca …

3 commenti

  1. credevo che gli articoli potessero essere commentati liberamente…

  2. Per ANONIMO: Certo che si possono commentare liberamente. Tuttavia il commento deve avere un’attinenza con l’articolo.

  3. io ho solo detto che potrebbe chiederli ad antimo de cesare visto che fa parte della sua associazione