Ultim'ora

VITULAZIO – La crisi uccide ancora, odontotecnico disoccupato si toglie la vita nel bagno di casa. Lutto in paese

imprenditori

VITULAZIO – Non sopportava più il peso della sua condizione occupazionale, da molti mesi Gennaro Adabo, 56 anni, non riusciva ad ottenere più commissioni. Aveva tentato ogni cosa per lavorare, non disdegnava nemmeno di raggiungere sedi fuori provincia e fuori regione. Ma la crisi non allenta la propria presa. Così, probabilmente, Adabo, poche ore fa, ha deciso di togliersi la vita ingfliggendosi due pugnalate al torace. Secondo alcune indiscrezioni, raccolte sul posto, il 56enne, avrebbe utilizzato un punteruolo recuperato in casa. Gennaro si sarebbe chiuso nel bagno di casa dove, nel piatto doccia, avrebbe attuato l’insano gesto. La moglie, dopo diversi minuti, avrebbe chiamato inutilmente il marito, invitandolo ad uscire. Non ricevendo alcuna risposta, la donna ha chiamato un parente che è riuscito ad forzare la porta del bagno scoprendo il corpo dell’uomo sul pavimento. Quando sono arrivati i soccorsi del 118, Adabo era ancora vivo. Purtroppo, probabilmente, aveva perso troppo sangue.

Un suicidio ogni 2 giorni e mezzo. E’ il drammatico bilancio dello scorso anno, quando 149 persone si sono tolte la vita per motivazioni economiche. Nel 2012 erano state 89, il 40% nel solo ultimo quadrimestre a testimonianza di una situazione diventata sempre più difficile. I terribili dati sono stati resi noti da Link Lab, il Laboratorio di ricerca socio-economica dell’Università degli Studi Link Campus University, che da oltre due anni studia il fenomeno e che adesso pubblica i dati complessivi di un’attività di monitoraggio avviata nel 2012.
Circa un suicida su due (45,6%) è imprenditore (68 i casi nel 2013, 49 nel 2012) ma, rispetto al 2012, cresce il numero delle vittime tra i disoccupati: sono 58, contro i 28 dell’anno prima. Dopo i mesi estivi, il numero dei suicidi per ragioni economiche è tornato a salire vertiginosamente a settembre, con 13 episodi registrati; ottobre ha contato 16 vittime, novembre ha registrato 12 casi mentre nell’ultimo mese dell’anno in cui le vittime sono state 18. In 19 casi si è arrivati al gesto estremo per stipendi non percepiti.

Guarda anche

VENDEVANO MOZZARELLA TAROCCATA IN ITALIA E ALL’ESTERO: TRE IMPRENDITORI “ESPULSI” DA CASERTA

VITULAZIO – Questa mattina i carabinieri della stazione di Vitulazio, guidarti dal luogotenente Iannarella, hanno …