Ultim'ora

VAIRANO PATENORA – Discarica comunale potenzialmente cancerogena, ecco l’elenco dei comuni a rischio

VAIRANO PATENORA – La discarica comunale e le acque sotterrane sono potenzialmente contaminate  da aromatici, idrocarburi, metalli, alifatici alogenati cancerogeni. Piano di caratterizzazione eseguito. Lo affermano i tecnici nel rapporto composto da 185 pagine dove si possono consultare anche le incidenze mortali negli ultimi venti anni. E’ il rapporto stilato da membri del Gruppo di lavoro per monitorare la situazione ambientale nelle province di Caserta e Napoli (discariche ed incidenze mortali). Ne esce fuori una situazione che lasciamo al lettore dedurre da se, visto che con “carte alle mano” ogni commento è superfluo e potrebbe indurre a minare l’opinione dei nostri seguaci. Noi ci occupiamo dell’Alto Casertano, ma nel rapporto che potete scaricare integralmente sono comprese le province di partenopee e Terra di Lavoro. L’assessore regionale Daniela Nugnes ieri al Parco Regionale ha promesso solennemente che entro fine anno arrivava un elenco dettagliato, glielo diamo noi.
Questa in sintesi la tabella che parla dell’area a nord del capoluogo casertano.
Ailano ex discarica comunale località “Ravone”. Qui i contaminanti sono metalli inorganici e la matrice contaminata è il suolo e le acque sotterranee. Analisi di rischio approvata.
Alife ex discarica comunale località Lungere. I contaminanti sono Metalli, Aromatici, IPA, Alifatici clorurati cancerogeni e la matrice contaminata è il suolo e le acque sotterranee. Piano di caratterizzazione eseguito.
Alvignano discarica comunale località Fraolise. Qui non sono state svolte le indagini. Baia e Latina discarica comunale località Caprareccia. Qui non sono state svolte le indagini.
Caianello ex discarica comunale località Pescara. Non contaminata. Si è sversato da fine 95′ ad aprile 96′.
Camigliano ex discarica comunale località Monticello di Giano Vetusto. Potenzialmente contaminata da metalli. Matrice contaminata suolo e acque sotterranee. Piano di caratterizzazione eseguito. Qui si è scaricato dal 92′ al 97′.
Capriati a Volturno ex discarica comunale località Santo Ianni. Potenzialmente contaminata da metalli. Matrice contaminata acque sotterranee. Piano di caratterizzazione eseguito.
Castello del Matese discarica comunale località San Pietro. Non contaminata.
Ciorlano discarica comunale località Colli. Non contaminata. Dragoni ex discarica comunale località Cappella. Qui non sono state svolte le indagini.
Gallo Matese ex discarica comunale Valle delle Conche. Qui non sono state svolte le indagini.
Galluccio ex discarica comunale località Torazzi. Qui non sono state svolte le indagini.
Giano Vetusto discarica comunale località Marotta. Potenzialmente contaminata suolo e acque sotterranee da metalli e fitofarmaci. Piano di caratterizzazione eseguito.
Gioia Sannitica ex discarica comunale località Petrito. Contaminata da metalli, Alifatici, clorurati cancerogeni. Analisi di rischio approvata.
Letino ex discarica comunale Sava. Qui non sono state svolte le indagini.
Liberi ex discarica comunale Cesco Cupo. Qui non sono state svolte le indagini.
Marzano Appio discarica comunale località Frascarito. Non contaminata.
Mignano Montelungo ex discarica comunale Fecicce -Monticello. Qui non sono state svolte le indagini.
Pastorano ex discarica comunale Murata. Non contaminata.
Pietramelara ex discarica comunale località Pelatello. Potenzialmente contaminata da metallo le acque sotterranee. Piano di caratterizzazione eseguito.
Pietravairano discarica comunale località San Felice. Potenzialmente contaminata da metallo le acque sotterranee. Piano di caratterizzazione eseguito.
Pignataro Maggiore ex discarica comunale località Cauciano. Qui non sono state svolte le indagini.
Prata Sannita ex discarica comunale via dell’Officina. Qui non sono state svolte le indagini.
Pratella ex discarica comunale località Starzelle. Qui non sono state svolte le indagini.
Presenzano discarica comunale località Val Sambuco. Non contaminata.
Rocca d’Evandro discarica comunale Mortola. Non contaminata.
Roccaromana discarica comunale località Marconi. Potenzialmente contaminata da metallo le acque sotterranee. Piano di caratterizzazione eseguito.
Rocchetta e Croce discarica comunale località Redazzi. Non contaminata.
San Gregorio Matese discarica località Grotte. Potenzialmente contaminate le acque sotterranee da Aromatici, Idrocarburi, Metalli, Alifatici alogenati cancerogeni. Piano di caratterizzazione eseguito.
Sant’Angelo d’Alife discarica comunale località Fondale Masseriola. Non contaminata.
Sessa Aurunca discarica A.B.&F.. Potenzialmente contaminata.
Teano discarica località Cantina. Qui non sono state svolte le indagini.
Valle Agricola discarica località Ariole. Qui non sono state svolte le indagini.

Guarda anche

SENZA VERGOGNA – Autonomia differenziata: Zinzi, Cerreto e Rubano votano “sì”. Come se i topi costruissero tagliole per loro stessi

Non possono esserci aggettivi per qualificare i parlamentati del Sud che hanno votato la riforma …

3 commenti

  1. Adesso ci aspettiamo che questa amministrazione, tanto attenta all’ambiente, come predicato durante la sua campagna elettorale, si attivi in maniera seria e denunci i responsabili!
    Non basta che il sindaco vada in giro con la bici a raccogliere le cartacce per fare il buonista!
    Il tricolore al tracollo, non serve solo per sfilare durante le processioni!

  2. caro direttore prima di infangare in comune di vairano,nel dire e affermare che a vairano vi siano rifiuti cangerogeni ci mostri analisi e documentazioni che lo dimostrino , altrimenti la smetta di pubblicare cose non veritiere solo per protagonismo, guardi che l’economia agricola locale è gia in forte crisi per effetto dei media, che come lei dicono stronzate tutti i giorni sulle terre dei fuochi, facendo capire che tutta la campania sia priena di veleni, l’alto casertano per il momento non risulta in nessun documento ufficiale se lei può dimostrare il contrario lo dimostri .altrimenti la finisca di infangare la nostra terra .

  3. DALLA REDAZIONE PER VERITA’: Gentilissimo lettore, la ringrazio dell’attenzione che ci presta. Ci sorprende, invece, la sua dura presa di posizione nei nostri confronti. Poteva chiedere, come hanno fatto tanti altri, di visionare gli atti senza “supporre” che noi infanghiamo qualcuno oppure qualcosa. Ad esempio, qualche persona della macchina amministrativa vairanese, dopo il mio articolo ha chiesto la documentazione che abbiamo inoltrato immediatamente. Ci creda, non abbiamo mai infangato nessuno e mai scritto notizie senza supporto. Per noi comanda solo la notizia. Se ritiene opportuno ci può comunicare una sua email, e le invieremo l’intero documento. La ringrazio per l’attenzione