Ultim'ora

CAPUA – Azienda agricola in fiamme: le due ipotesi sulle cause

CAPUA (di Francesco Ciardiello) – Questa mattina, poco dopo le ore sei, è divampato un incendio all’intero di un’azienda agricola ubicata nel territorio del comune di Capua. Le fiamme hanno attaccato il fienile nel quale erano stivato una cinquantina di rotoballe di foraggio. L’incendio ha interessato un capannone di circa 200 metri quadrati nel quale si trovava il foraggio ma anche  mezzi agricoli ed attrezzi da lavoro. Le due ipotesi principali sono legate all’auto combustione del foraggio mentre l’altra al racket delle aziende agricole

Il racket:
Che l’agricoltura italiana debba fare i conti anche con la malavita,
è un dato ormai, purtroppo, assodato.  Nelle campagne la criminalità organizzata in agricoltura opera con un ventaglio larghissimo di strumenti: furti di attrezzature e mezzi, racket, abigeato, estorsioni, imposizione di manodopera o di servizi di trasporto alle aziende agricole, danneggiamento delle colture, aggressioni, usura, macellazioni clandestine, truffe nei confronti dell’Ue e caporalato. Senza contare il ritorno a fenomeni che sembravano seppelliti dalla storia, come l’abigeato con il furto di circa 100mila animali da allevamento all’anno. Sembra aver raggiunto dimensioni allarmanti anche la sottrazione di trattori e delle altre attrezzature agricole spesso con la formula del “cavallo di ritorno” che prevede di dover pagare per farsi restituire il mezzo.

Autocombustione:
In agricoltura accadono spesso incendi e il settore dello stoccaggio della paglia in rotoballe è tra i più pericolosi. E in caso di insufficiente essiccazione di paglia e fieno si genera un surriscaldamento che può portare all’autocombustione. In giornate calde il fieno in poche ore si secca in superficie, ma all’interno restano residui di umidità che agevolano fermentazione e autocombustione soprattutto se i primi tagli fatti in condizioni proibitive per le piogge di maggio.

Guarda anche

Bimba di 8 anni strappata alla vita, intera comunità in lutto

VILLA LITERNO.  “Il Paradiso ha un nuovo angelo a vegliare su noi. Purtroppo è di …