Ultim'ora
FOTO DI REPERTORIO

Regione Campania – In arrivo un “instabile” caldo estivo su tutto il territorio

Regione Campania – Tra questo week end e l’inizio della prossima settimana comincia una nuova fase instabile ma le temperature resteranno miti.

Mentre il Nord sperimenta condizioni di intenso maltempo e fa i conti con nubifragi, allagamenti ed esondazioni, proprio in queste ore le propaggini settentrionali dell’anticiclone africano raggiungono le regioni meridionali, dando il via alla prima avvezione d’aria calda della stagione anche in Campania.

Nel dettaglio, nella giornata di domain, giovedì 16 maggio, le temperature massime si porteranno verso i 30-32 gradi nei settori interni pianeggianti del casertano, nella Piana di Nola e Sarno e tra le province di Avellino e Benevento; colonnina di mercurio in deciso rialzo anche a Napoli e Salerno con picchi diurni nell’intorno dei 27-29°C. Le masse d’aria calda in afflusso dal Nord Africa si accompagneranno, a tratti, al transito di sterile nuvolosità alta e stratiforme e ingenti concentrazioni di polvere sahariana in sospensione, con cielo dal tipico aspetto opaco e lattiginoso. Un moderato calo termico (nell’ordine dei 3-6°C nei valori diurni) è atteso già nel corso di venerdì, specie lungo le coste, per effetto combinato di un parziale indebolimento del promontorio subtropicale e del ritorno delle brezze tirreniche.

Tra il weekend e l’avvio della prossima settimana la Campania, quindi tra sabato 18 e martedì 21 maggio, si troverà in una terra di mezzo tra le umide correnti atlantiche – ancora particolarmente attive al Centro-Nord – e il flusso d’aria calda legato all’avamposto dell’anticiclone subtropicale, i cui massimi tenderanno a migrare, secondo un asse obliquo, tra Tunisia, Libia e Balcani meridionali. Si aprirà una fase incerta e volubile, ancora molto mite ovunque con massime nell’ordine dei 25-28°C e contraddistinta dal transito a più riprese di nuvolosità medio-alta in ingresso dal basso Tirreno, che a tratti potrebbe dar luogo a qualche breve piovasco e fenomeno temporalesco; si tratterà di fenomenologia sparsa, irregolare e disorganizzata, che verosimilmente si mostrerà più insistente tra Avellinese, Cilento e settori interni a ridosso dell’Appennino. Una tendenza da confermare e dettagliare nei prossimi aggiornamenti.

Guarda anche

Vairano Patenora – Madonna della Strada, ripresa la commemorazione

Vairano Patenora – Si è tenuta ieri mercoledì 19 giugno l’annuale celebrazione in onore della …