Ultim'ora

NON SIAMO TUTTI UN PO’ PSICOLOGI: CHIARIMENTI NECESSARI TRA I DIVERSI RUOLI DEGLI ESPERTI DI SALUTE MENTALE

Un giorno l’idraulico che venne a sistemarmi la caldaia, parlandomi di problemi familiari a cui doveva far fronte, mi disse: “Dottorè, pure io sono un po’ psicologo!”. E quante volte l’ho sentito dalla parrucchiera, dall’estetista, dagli amici o addirittura dal fruttivendolo sotto casa. Con non poca fantasia provo a vederli come colleghi!   Ma quando sentite parlare di psicologo, psicoterapeuta, psichiatra, neurologo, counselor a cosa pensate? Siete confusi sui diversi ruoli degli specialisti della salute mentale?   C’è chi pensa che non vi sia differenza tra psicologo e psicoterapeuta o tra psicologo e psichiatra.    Ma chi sono realmente queste figure? Ed in cosa si differenziano? Per spiegarvelo partirò dalle basi fondamentali.    Intanto è d’obbligo un chiarimento sulla psicologia: che cos’è? La psicologia è una scienza che studia il comportamento umano ed in particolare i processi mentali, affettivi e relazionali di una persona al fine di promuoverne il benessere.    Ci sarà ancora qualcuno convinto che dallo psicologo ci va solo chi ha seri disturbi psicopatologici, o addirittura chi è “pazzo” o “fuori di testa”; stereotipi legati al ruolo che resistono e persistono. Ci sarà qualcun altro che crede di essere un po’ psicologo, senza essersi mai formato, solo perché è un ottimo ascoltatore con notevoli doti empatiche!    Dai maghi ai cartomanti, dai counselor ai mental coach, proliferano le proposte, anche in rete, di servizi psicologici offerti, dalla gestione dell’ansia al sostegno psicologico per problemi sentimentali o pseudo traumi.    Ma quante volte vi sarà capitato di sentir parlare di queste figure senza coglierne una reale discordanza?    Per molti, infatti, questi ruoli sono del tutto simili e, in un certo senso, anche interscambiabili. Proviamo allora a dirimere ogni dubbio.

Chi è lo psichiatra?   E’ un medico, laureato al corso di Medicina e Chirurgia che ha preso la specializzazione in Psichiatria. In quanto tale può fare la diagnosi di disturbi psicopatologici, richiedere esami, valutarli e prescrivere farmaci (ansiolitici, antidepressivi, stabilizzanti dell’umore, antipsicotici, ecc… ma anche farmaci generici!). La psichiatria, più in generale, si occupa dello studio, della prevenzione, della cura e della riabilitazione dei disturbi mentali e dei comportamenti patologici.

Chi è lo psicologo?   E’ un professionista sanitario con una laurea magistrale in Psicologia (3+2 anni) che ha svolto il tirocinio professionalizzante ed ha superato l’esame di stato, condizione che gli permette di iscriversi all’Albo Nazionale degli Psicologi. Solo e soltanto avendo effettuato questi passaggi, è possibile esercitare la professione di psicologo. Lo psicologo si occupa di prevenzione, diagnosi, cura, abilitazione e riabilitazione al fine di ripristinare il benessere dell’individuo. Non può prescrivere farmaci! Diffidate da chi lo fa!

Chi è lo psicoterapeuta?   Partiamo col dire che lo psicoterapeuta può essere sia un medico che uno psicologo. Per diventare psicoterapeuti, dopo aver conseguito una laurea magistrale, bisogna acquisire una specializzazione di quattro anni in Psicoterapia.   Una volta terminato questo percorso si diventa a tutti gli effetti psicoterapeuti e ci si annota all’Albo degli Psicoterapeuti. E’ l’unica figura, che possedendo adeguati strumenti, può intervenire sui disturbi mentali, problematiche psico-emotive, promuovendo il cambiamento dell’individuo tramite la conoscenza e la ridefinizione del proprio Sé e dei suoi aspetti strutturali.   Semplificando potremmo dire che il primo (psicologo) è come se fosse un medico generico, mentre il secondo (psicoterapeuta) è come se fosse uno specialista (es. ginecologo, cardiologo, pneumologo…).   La Psicoterapia si basa su diversi orientamenti: Psicoanalitico, Cognitivo-Comportamentale, Sistemico Relazionale, ecc… e ciascuno di essi è caratterizzato da approcci, test e metodi specifici volti al trattamento della patologia psichica attraverso la gestione dei meccanismi che determinano il disagio.

Chi è il neurologo?   E’ un medico specializzato in Neurologia, che si occupa del trattamento delle malattie che interessano il cervello, come le demenze (Alzheimer, Parkinson…), l’epilessia, le cefalee…, il midollo spinale e i nervi periferici. Il neurologo, a differenza del neurochirurgo, non interviene chirurgicamente.   Tutti questi specialisti possono lavorare in sinergia e collaborare tra loro al fine di favorire il benessere mentale (e fisico) del paziente.

A questo punto a chi devo rivolgermi se ho un disagio?   In linea generale, se si presenta un disagio psicologico che non si manifesta con una sintomatologia importante, il consiglio è quello di rivolgersi inizialmente ad uno psicologo, ma quando tale disturbo è sintomatico ed inficia gli aspetti sociali quali le relazioni, lo studio o invalida il lavoro, allora, il consiglio è quello di fare affidamento ad un medico psichiatra. In presenza di disturbi legati alla salute mentale può essere estremamente utile rivolgersi al proprio medico di base o ai centri di salute mentale territoriali, che coinvolgono psichiatri, psicologi e psicoterapeuti per essere indirizzati nel percorso migliore. Attualmente, in alcune regioni d’Italia, come la Campania, è possibile fare riferimento al Servizio di Psicologia di Base per una prima valutazione.   E’ doveroso rivolgersi a figure professionali che possano davvero supportarci, dunque NO al fai da te, alle consulenze di “Dottor Google”, o al semplice seguire i consigli di amici e parenti.   Le figure deputate alla salute mentale sopracitate, sono professionisti con una lunga formazione ed esperienza sul “campo di battaglia”. Psicologo non è di certo la persona che ha seguito per due anni un corso di counseling in una scuola serale misconosciuta, né tantomeno un mental coach dell’ultima ora che abbiamo trovato su Tik Tok, né un operatore olistico che parla con gli spiriti e ci libera dal male! Ascoltare le confidenze degli altri e dare consigli non significa essere psicologi. Psicologo è colui che sa ascoltare sospendendo il giudizio, colui che, sull’orlo dell’abisso, accompagna per mano chi chiede aiuto.

Quindi, NO, non siamo tutti un po’ psicologi!

Guarda anche

Dragoni – Esce dall’elettrauto e l’auto prende fuoco, salvato dal gestore dell’autolavaggio

Dragoni – Nella zona del Ponte Margherita di Dragoni, una fiat panda ha improvvisamente preso …