Ultim'ora

NAPOLI ATALANTA: AZZURRI AGONIZZANTI

Ieri al Maradona una bella giornata di calcio. Il Napoli ha dato una bella dimostrazione di sostegno a Jesus e alla lotta, al razzismo scegliendo la magnifica iniziativa di far inginocchiare tutti i suoi calciatori mentre suonava l’inno della Lega Calcio. Dunque, su questo tema, il Napoli segna una definitiva separazione dalle iniziative formali e inutili che organizzano Lega Calcio e FIGC che su queste tematiche essendo loro del tutto disinteressati alla lotta al razzismo come i fatti di questi giorni hanno ampiamente dimostrato.
Poi si è giocata Napoli Atalanta e qui la squadra di casa ha confermato lo stato assolutamente agonizzante in cui versa. Per quel che mi riguarda nessuna sorpresa: la coda della stagione sta dimostrando, in maniera clamorosa, lo stato comatoso che il Napoli vive dall’inizio della stagione. Nella storia del calcio italiano nessuna squadra aveva mai giocato il campionato post scudetto in maniera così terrificante. Inutile ritornare sulla ricerca delle responsabilità: solo gli stolti e gli aureliani di ogni rito, cercano stravaganti e improbabili spiegazioni.
Arroganza , incompetenza, presunzione, mancanza di ogni rispetto per i tifosi sono le linee guida con cui “quello la” ha gestito il post scudetto: i risultati non potevano che essere questi. La vera tragedia, però non è nemmeno questa, bensì il folle proposito di questo “signore” di continuare a guidare lui le scelte per le prossime stagioni. Come diceva Woody Allen: “quando hai toccato il fondo… puoi sempre cominciare a scavare”.

Guarda anche

Sessa Aurunca- Cineforum: si chiude la cinquantesima edizione con un omaggio a Giuseppe De Santis

Sessa Aurunca (di Tommasina Casale)- Il Cinquantenario del Cineforum si conclude oggi con una serata …