Ultim'ora
foto di repertorio

Sessa Aurunca – Perseguita i cugini, le loro mogli e i nipotini: donna processata e condannata

Sessa Aurunca – Una donna di Sessa Aurunca è finita sotto processo con l’accusa di aver molestato i suoi cugini e le rispettive consorti e i nipotini. Una vicenda che si è protratta per lungo tempo prima di condurre le parti davanti al giudice del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere.
“Sei un uomo di merda, devo ammazzarti con tutta la famiglia”;
“ognuno di voi deve avere una botta in fronte. Siete tutti morti”;
“sei una poco di buono me la dovete pagare, appena posso vi ammazzo tutti”;
“te la fai con tuo cognato”;
“il padre di tuo figlio non è tuo marito”;
“devo ammazzare te il bimbo che porti in grembo”.
Sono alcune delle minacce e offese che Rachele Amato rivolse alle vittime nel periodo compreso fra marzo e maggio del 2017. Dopo le denunce presentate dalle vittime presso la stazione carabinieri partirono le indagini che hanno condotto al processo attualmente in corso che vede Rachele Amato sul banco degli imputati mentre le vittime si sono costituite parti civili attraverso l’avvocato Gabriele Gallo. Oggi il giudice del tribunale di Santa Maria Capua Vetere, al termine del dibattimento, ha emesso la propria sentenza condannando Amato alla pena di anni 1 e mesi 2 con il beneficio della pena sospesa. Inoltre al 50enne è stata condannata al pagamento delle spese processuali e al risarcimento dei danni da quantificare in separata sede con provvisionale di 2.500 euro (cioè, 500 euro per ciascuna parte civile); oltre alle spese di costituzione in giudizio per le parti offese

Guarda anche

Caserta – Ricercato per lesioni e resistenza, usa una falsa identità per sfuggire alla cattura

Caserta – La Polizia di Stato di Caserta ha arrestato un cittadino originario del Ghana, …