Ultim'ora

TEANO – GESTIONE RIFIUTI, DI BENEDETTO: TROPPE INEFFICIENZE DI ALCUNI UFFICI COMUNALI. NASCE IL TAVOLO TECNICO PERMANENTE

TEANO –  Gestione dei rifiuti urbani, la giunta comunale istituisci un tavolo permanente di concertazione dedicato al problema  dell’igiene ambientale. Dai dati, non ancora certificati, pubblicati dall’Osservatorio regionale sui rifiuti, si rileva che nell’anno 2012, il Comune di Teano ha raggiunto il solo 36,49% di raccolta differenziata, ben distante dall’aliquota del 65% fissata dalla normativa vigente. Sin dal momento del suo insediamento, si legge nella delibera,  questa amministrazione ha cercato di affrontare le innumerevoli difficoltà e problematiche irrisolte, che da anni affliggono il servizio. La Prefettura di Caserta ha diffidato il Comune di Teano il 18/10/2012 ad adottare tutte le misure idonee a regolarizzare la propria posizione per l’anno 2011 assegnando il termine perentorio di tre mesi per mettersi in regola con il sistema della raccolta differenziata.  Il Comune di Teano non ha, nel predetto termine, comunicato di aver raggiunto la percentuale del 50% fissata per il 2011; per questa ragione il Prefetto ha nominato, con proprio decreto del 14/03/2013, il segretario comunale  quale Commissario ad acta con il compito di attuare il programma di interventi già predisposto  dall’Amministrazione comunale per il raggiungimento dell’obiettivo minimo del 50% previsto per l’anno 2011, assegnando un termine di sei mesi dal suo insediamento (3 ottobre 2013).

Le accuse di Di Benedetto

“Il centro di raccolta comunale, realizzato su di un immobile sequestrato alla camorra, è, oggi, ancora al centro di polemiche, che ne denunciano disfunzioni e presunte irregolarità, che sembrano minarne il corretto e puntuale funzionamento; gli uffici comunali chiamati a programmare, gestire e controllare la funzionalità del servizio di igiene ambientale sono vari e si sovrappongono continuamente, generando inefficacia e  inefficienza della conseguente azione amministrativa”.

La decisione della giunta:

Per affrontare meglio la situazione la giunta ha deciso di istituire un tavolo permanente di concertazione dedicato al problema dell’igiene  ambientale, presieduto dal Sindaco pro tempore e coordinato dall’attuale Presidente del consiglio comunale, quale consigliere delegato alla materia di  che trattasi. Di dare mandato al presidente e coordinatore sopra indicati a che individuino i  componenti di tale tavolo di concertazione tra i responsabili degli uffici e dei servizi comunali e tra i consiglieri o assessori.

Guarda anche

Teano / Sessa Aurunca – Spaccio di droga, 16 imputati attendono l’assegnazione di un giudice

TEANO / SESSA AURUNCA – Sedici persone sono finite sotto processo per spaccio di droga, …

un commento

  1. Lodevole è l’iniziativa della Giunta Comunale, credo che il Sindaco e il Presidente del Consiglio riusciranno a trovare la quadratura del cerchio. Non hanno bisogno del tavolo di lavoro, l’esperienza insegna che i tavoli servono solo a fare visibilità e solite chiacchiere ,in particolare se a essi fanno parte chi ha contribuito allo sfaccio.
    Porto da esempio, la delibera di Giunta del 15/4/2009 n° 125 con oggetto:” Delibera di G.C. n*88/09…..approvazione schema di contratto. Disciplinare per la gestione dell’Isola Ecologica e schema monitoraggio.Rettifica
    Con tale deliberato, altro non è che il copia incolla della proposta del responsabile dell’ufficio ecologia addirittura anche nel segnalare una doppia votazione per renderla immediatamente esecutiva, si affidava la gestione della struttura al Consorzio, allegando un disciplinare di come doveva essere gestita l’Isola Ecologica.
    Mi sono sempre chiesto e ho chiesto:
    a) come può essere fatto un deliberato di affidamento di un bene senza averne la proprietà? ( il terreno e la struttura non hanno mai subito la revoca o la rinunzia)
    b) perchè non viene riportato il quadro economico, cioè il beneficio per le casse del Comune e PRINCIPALMENTE PER LA COLLETTIVITA’, CON UN RISPARMIO DE TASSE?
    C) LO SCOPO PER CUI NACQUE IL PROGETTO , ERA DI INCENTIVARE L’OCCUPAZIONE, CHE FINE HA FATTO QUESTO NOBILE SFORZO?
    Sono solo alcune domande, di questa squallida delibera, per tale ragione resto un poco perplesso se a questo tavolo potrà sedere chi predispose questo deliberato e altri ancora

    Resto, dopo oltre un mese, in attesa dei documenti richiesti. Chiaramente si può notare che, la presunta revoca, è avvenuta dopo la concessione dell’Isola Ecologica

    Cordiali saluti