Ultim'ora

LA BELVA E L’INDIFFERENZA – Un salernitano uccide a botte un nigeriano. Tutti guardano, alcuni filmano, ma nessuno interviene

Un Italiano aggredisce, senza un reale motivo, un venditore ambulante di colore e lo picchia fino ad ucciderlo. Tanti guardano, alcuni filmano con il cellulare, ma nessuno interviene perché l’indifferenza è padrona assoluta. Probabilmente perché si trattava di un “negro” picchiato da un italiano. Se fosse stato al contrario, stessa indifferenza?
“Fermati subito”. “Lo ammazzi così”. Il video girato da un passante mostra i momenti dell’aggressione a Alika Ogorchukwu, nigeriano di 39 anni ucciso in strada a Civitanova Marche da un operaio di 32 anni – Fabrizio Ferlazzo, salernitano. Una ferocia inaudita, soprattutto se si considera i futili motivi che hanno scatenato la furia omicida dell’assassino. L’italiano, che ha colpito la vittima a colpi di stampella, gli è salito sopra schiacciandogli la testa a terra. Inseguito e colpito nel pieno centro di Civitanova Marche, pestato e schiacciato a terra per tre quattro minuti fino alla morte, dal suo aggressore. I legali dell’assassino – del feroce assassino – stanno valutando se chiedere la perizia psichiatrica. Pare che abbia piccoli precedenti e problemi di instabilità mentale. Alika Ogorchukwuch era un uomo tranquillo che aveva appena ottenuto il rinnovo del permesso di soggiorno, claudicante per aver subito un investimento

Guarda anche

Santa Maria Capua Vetere / Curti – Malore improvviso, muore giovane pizzaiolo. Lascia moglie e figli

Santa Maria Capua Vetere / Curti – Giuseppe Cioppa, di 41 anni, è morto a …