Ultim'ora

Dragoni – Comunali, D’Aloia perde il controllo e “stropiccia” Di Tommaso. Angelo o diavoletta?

Dragoni – L’aspirante sindaco Antonella D’Aloia sembra non aver digerito la decisione del sindaco Silvio Lavornia di sostenere la lista di Pierino Piucci. Apparentemente ha scritto – e fatto scrivere – che lei mai e poi mai avrebbe chiesto e voluto il sostengo di Lavornia. Nei fatti, invece, quando è stato ufficializzato il sostegno di Lavornia a Piucci, allora c’è stato lo “sbroccamento”.  La “sorte” peggiore è toccata all’aspirante consigliere comunale Valerio Di Tommaso. La farmacista ha incontrato, qualche giorno fa, Di Tommaso nella zona del Pantano, in pubblica piazza, con diverse persone ad assistere al teatrino. D’Aloia ha iniziato ad inveire contro Di Tommaso e contro la sua lista ritenendoli “colpevoli” di accettare il sostegno di Lavornia. In poco tempo la discussione si è accesa fortemente e sarebbero volate parole grosse. L’episodio emblematico ha suscitato forte stupore nella piccola comunità dragonese. In tanti si domandano: chi è la vera Antonella? Colei che professa buone maniere, che parla solo di contenuti? Oppure è quella aggressiva vista al Pantano? Possibile che basta così poco per “trasformala”? E meno male, ironizzano altri, che si era detta nauseata da come gli avversari conducono la campagna elettorale! La speranza di tutti è che la pioggia abbia raffreddato gli animi.

Guarda anche

Piedimonte Matese – Ospedale: medico e infermiere si picchiano al pronto soccorso. La paziente scappa piangendo

Piedimonte Matese – E’ accaduto durante la notte appena trascorsa. Questa volta non è stato …

un commento

  1. Da cittadino credo che tutti i nodi alla fine vengono al pettine.
    Responsabilità tutta nostra questa di scegliere un sindaco…
    Che fare?
    Dragoni è un piccolo paesino dove tutti si conosco e le notizie girano rapide.
    Ammetto che ci possa essere qualche dubbio ma da quando ho saputo di pagamenti e di piaceri in cambio di voti che ho deciso da che parte stare: inviti a presentarsi a visita dallo specialista senza pagare, compravendita di voti dietro pagamenti di somme di denaro, prestiti di autovetture e promesse di lavoro o vantaggi, candidati ubriachi e filo antonelliani che distruggono il paese.

    Diciamo le cose come stanno, anche Cetto La Qualunque era sincero: chiù pilu ppe tutti… Prometteva… E affettivamente parlando e desideroso di voti li cercava a tutti i costi.

    Quello che era dubbio si è trasformato il soluzione: la squadra che è in grado di gestire Dragoni è una sola… L’altra… Poveri noi dove finiremo

    Spero finiscano presto queste elezioni che non ce la faccio neanche a ricevere persone mai viste prima a chiedere voti, a tutte le ore.
    Grazie e mi scuso per lo sfogo