Ultim'ora

ALTO CASERTANO – GAL, MISURA T.I. 7.4.1: PER L’INTRODUZIONE, IL MIGLIORAMENTO E L’ESPANSIONE DI SERVIZI DI BASE PER LA POPOLAZIONE RURALE

Tempo di lettura stimato: 3 minuti

ALTO CASERTANO – Il Gruppo di Azione Locale “Alto Casertano” ha emesso le Dica (Decisione Individuale di Concessione dell’Aiuto) relative alla tipologia di intervento 7.4.1 che favorisce “Investimenti per l’introduzione, il miglioramento, l’espansione di servizi di base per la popolazione rurale”. A beneficiarne 4 comuni del territorio, come Roccamonfina, San Pietro Infine, Letino e San Potito Sannitico, che ha presentato il progetto in accordo di partenariato con il comune di Castello del Matese, in favore dei quali sono stati stanziati contributi massimi ammissibili pari a 300 mila euro per interventi di ristrutturazione e/o ampliamento di edifici per l’erogazione di servizi socio assistenziali  e socio sanitari, e pari a 200 mila euro per interventi di ristrutturazione e/o ampliamento di edifici per l’erogazione di servizi socio culturali. Il consigliere anziano Ercole De Cesare, in rappresentanza anche del neo presidente Manuel Lombardi, impegnato fuori sede, ed il coordinatore Pietro Andrea Cappella hanno consegnato nelle mani dei sindaci dei Comuni richiedenti, Carlo Montefusco di Roccamonfina, Mariano Fuoco di San Pietro Infine, Pasquale Orsi di Letino e Francesco Imperadore di San Potito Sannitico, i provvedimenti di concessione dei finanziamenti a valere sulla misura 7.4.1, messa a bando nei mesi scorsi dal Gal Alto Casertano che, primo fra i gruppi di azione locale in  Regione Campania, ha portato a termine l’iter dell’istruttoria con provvedimento finale di erogazione dei fondi. Tra i progetti beneficiari dei fondi a valere sul Psr 2014/2020, figurano la “Ristrutturazione della restante parte dell’ex Carcere Mandamentale-Pretura già destinato a Poliambulatorio e Centro Socio Sanitario per ampliare il servizio dell’ambulatorio pubblico e l’erogazione di servizi socio-sanitari ed assistenziali”, da realizzarsi nel comune di Roccamonfina per € 296.496,00; il “Recupero di un edificio comunale sito in via degli Eroi”, nel comune di San Pietro Infine per € 200.000,00; la “Rifunzionalizzazione e risanamento conservativo di un ex asilo e trasformazione in centro di aggregazione socio-culturale”, nel comune di Letino per € 198.430,85; infine, la “Ristrutturazione dell’immobile ex Piscina Comunale da adibire a Centro Socio-Culturale nel Comune di Castello del Matese e Lavori di miglioramento ed installazione attrezzature ed impianti nella sala auditorium da adibire a servizi socio-culturali dell’edifico comunale in via Sala nel Comune di San Potito Sannitico”, per € 183.362,08.

“La misura 7.4.1 punta a realizzare strutture che eroghino servizi socio-assistenziali, socio-sanitari e socio-culturali nel territorio dell’Alto Casertano, caratterizzato da un elevato indice di invecchiamento e dall’assenza di tali servizi”, dichiara il coordinatore Cappella. “Il Gal Alto Casertano ha inteso, con la misura 7.4.1, sostenere investimenti per la ristrutturazione e l’ampliamento di edifici per l’erogazione di servizi alle popolazioni locali, soprattutto nei piccoli centri della zona interna di Terra di Lavoro, contribuendo, in tal modo, a migliorare la qualità della vita nelle aree rurali”, afferma il presidente Lombardi.

 

 

 

 

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati . Riproduzione vietata dei contenuti salvo diversa autorizzazione della redazione. Le pubblicità sotto forma di banner sono sponsorizzate.

Guarda anche

Teano – Coronavirus, contagiata commerciante: diversi clienti preoccupati

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Teano – Sono numerosi i clienti di una nota e frequentata attività commerciale, ubicata nel …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.