Ultim'ora

VALLE AGRICOLA – PASSIONE E PRODOTTI A KM ZERO, “LA MANDRA” TRA LE MIGLIORI PIZZERIE DELL’ALTO CASERTANO

VALLE AGRICOLA – Si parla molto della emigrazione giovanile e molto poco della volontà di alcuni giovani di resistere al sud creando quella economia sana che tanto fa bene al nostro territorio. È il caso di Angelo Izzo, un ragazzo di 30 anni che, dopo aver finito il liceo e dopo aver vissuto varie esperienze di lavoro, ha deciso di diventare “imprenditore di se stesso” facendo impresa proprio nel suo paese rilanciando così anche il nome del suo territorio. Infatti, a soli 21 anni, inizia il suo percorso in pizzeria, inizialmente nelle pizzerie della zona per poi entrare in una delle pizzerie più conosciute nel sud Italia, ossia la pizzeria del maestro Pepe In Grani di Caiazzo. Questa esperienza ha reso Angelo un conosciuto pizzaiolo in tutta l’area dell’alto casertano fino a renderlo un imprenditore, essendo, da circa 4 anni, titolare di un locale nel suo paesino – ossia Valle Agricola –  un piccolo paese in provincia di Caserta con poco più di 700 residenti. Per Angelo i sacrifici e la dedizione per il lavoro sono stati un toccasana dato che la sua attività è stata sempre un crescendo, al punto da divenire, la sua pizzeria, un punto di riferimento per tutti i paesi limitrofi di Valle Agricola. A sancire questo ottimo risultato sono stati sicuramente i tanti prodotti genuini a Km zero che Angelo usa per la preparazione delle sue pizze come ad esempio i funghi porcini di Valle Agricola, le patate lesse di Letino, le cipolle di Alife, origano e funghi di valle agricola, le olive di Caiazzo e così via. Tra le pizze più apprezzate non possiamo non citare la “Nero casertano con tartufo” condita con salsiccia di maialino nero casertano, provola, origano e una gustosa crema di tartufo dell’Irpinia; la pizza “Sugo della domenica” una pizza bianca con aggiunta di sugo cotto 4-5 ore e scaglie di parmigiano; la pizza “Irpinia bianca” con  patate lesse di Letino, pancetta di maialino nero casertano e tartufo dell’Irpinia; la pizza “Biscottata” con pesto di basilico, pomodori secchi, e tarallo sbriciolato al finocchietto di Valle Agricola. Questa storia fa bene raccontarla perché rappresenta la rivincita di un giovane che, con sacrificio e tenacia si è reso imprenditore di se stesso combattendo fattivamente lo spopolamento che negli ultimi anni sta divenendo una vera e propria piaga sociale di questi territori.

Guarda anche

CAIANELLO – GRAVI CARENZE IGIENICO SANITARIE IN CUCINA: CHIUSA NOTA PIZZERIA

CAIANELLO – Il personale dell’Asl di Caserta durante un normale controllo rivolto a garantire la …