Ultim'ora

Cellole – Compasso porta Graziano a Cellole a parlare di Masterplan. Inizia la campagna elettorale per le regionali sfidando Iovino

Cellole – Dopo il flop del convegno di Cerrito, la Compasso ci prova con Graziano. La sindaca di Cellole Cristina Compasso ha organizzato  un convegno sulla scia di quello appena tenutosi a Villa  Matilde organizzato dallo showman Gaetano Cerrito. Si parlerà di Masterplan, ovvero di quel libro dei sogni che da quando è stato eletto il governatore De Luca, viene sbandierato ai quattro venti sempre prima di qualche competizione elettorale. Il manifesto porta a  caratteri cubitali la presenza del consigliere regionale, l’aversano Stefano Graziano, che ormai ha un accordo di ferro con la Compasso. Ma esce, se pur non presente in locandina, la partecipazione  dell’assessore regionale Bruno Discepolo. Un nome anonimo per il territorio ma anche per oltre, vista la popolarità quasi nulla che De Luca è riuscito a dare ai suoi assessori,  tranne il suo vice Bonavitacola. Il convegno si terrà nella biblioteca comunale e tutti attendono di vedere chi della maggioranza amministrativa sarà presente. La cosa più curiosa sarà la presenza dell’assessore di competenza, il vice sindaco Giovanni Iovino. Quest’ultimo dovrà sedersi al tavolo dei relatori con un suo quasi certo concorrente alle prossime regionali. Infatti, Iovino è probabilmente  candidato nella lista di Luigi Bosco alle regionali 2020 e dovrà sfidare, nella sua Cellole, proprio l’aversano Graziano. Tutto questo perché è ormai palese che Compasso sta organizzando il tutto per la campagna elettorale di Graziano a discapito del suo vice. Non a caso, dopo che si è svolto il convegno di Cerrito è calato il silenzio assoluto. Eppure Cerrito ha campato di rendita un mese dal convegno fatto un mese prima. Vista la presenza di tutti i referenti politici invitati, tra cui il sessano consigliere regionale Gennaro Oliviero, invitato per cortesia istituzionale ma non avrebbero mai immaginato che fosse intervenuto, la presenza di Graziano è stata eclissata, soprattutto nell’intervento finale del presidente della settima commissione regionale che della legge Galasso ha parlato con cognizione di causa e non per sentito dire. Tutto ciò, probabilmente ha spinto la sindaca a recuperare con questo convegno sul masterplan. Mentre Cerrito dopo i suoi convegni per magia Baia Domizia iniziava la rimonta mondiale, dopo Graziano e Discepolo (quest’ultimo ricordiamo ancora essere assessore regionale), Inizieranno a spuntare in quel di Cellole aeroporti, interporti, mega centri commerciali e chissà anche la variante esterna che da Cellole porterà direttamente a Roma.

Guarda anche

Mondragone – Aggressioni e furto di una bicicletta per convincere tossico a comprare droga: arrestati due giovani

Mondragone – I Carabinieri della locale stazione, alcuni giorni fa, hanno dato esecuzione ad una …