Ultim'ora

Caiazzo – Cittadinanza onoraria a Liliana Segre, senatrice simbolo degli orrori della Shoah: l’associazione Monte Carmignano per l’Europa formalizza la richiesta al sindaco

Tempo di lettura stimato: 3 minuti

Caiazzo – A promuovere l’iniziativa è l’associazione “Monte Carmignano per l’Europa” che con il suo presidente il dott.Tommaso Sgueglia, già sindaco di Caiazzo, ha fatto richiesta per la concessione della Cittadinanza Onoraria alla Signora Liliana Segre. L’ex sindaco Sgueglia: “A nome dell’associazione, di cui mi onoro di essere presidente ho proposto al sindaco di Caiazzo Stefano Giaquinto di portare al prossimo consiglio comunale all’ordine del giorno la richiesta della cittadinanza onoraria, in quanto la signora Segre alle soglie del terzo millennio è divenuta bersaglio di attacchi antisemiti inauditi e disumani. Caiazzo medaglia d’argento al merito civile, come ben sappiamo, ha vissuto i tristi momenti della follia della dittatura nazi-fascista non solo con la Strage di Monte Carmignano nella quale furono trucidati 22 nostri concittadini inermi, ma anche con il sangue versato da altri cittadini. Non si può accettare che una persona come la signora Liliana Segre, deportata nel campo di concentramento di Auschwitz quando aveva 14 anni, per riceva più di 200 insulti quotidiani da persone che coltivano solo odio razziale e violenza. Ogni giorno il nostro impegno è quello di non sottovalutare questi atti inaccettabili che potrebbero minare la democrazia e trasmettere alle nuove generazioni le follie della guerra ed evitare che questi orrori si ripetano.“ L’Associazione “Monte Carmignano per l’Europa” è stata costituita il 27 gennaio 2019. A Caiazzo in località Monte Carmignano, si consumò un’ efferata Strage il 13 ottobre del 1943 ai danni di 22 cittadini inermi (prevalentemente donne e bambini) ad opera di un sottotenente della Wehrmacht. Negli anni recenti l’autore della strage fu individuato nella cittadina tedesca di Ochtendung, fu suggellato poi un gemellaggio tra le due città per rafforzare l’amicizia tra i due Popoli. Dalle ceneri di una strage efferata si è sprigionata una luce di grande speranza di pace tra i Popoli. Tale sodalizio ha tra le sue finalità, quella di tramandare la memoria e gli ideali europei per promuovere la riconciliazione tra i popoli, partendo simbolicamente da Monte Carmignano, attraverso l’organizzazione e la promozione di attività culturali in un’ottica europeista. L’associazione è affiancata da un comitato scientifico, composto da studiosi, esperti, personalità nel campo culturale, storico, sociale e giuridico, coordinata dal prof. Giuseppe Roma già direttore del CENSIS-Roma, docente Università degli Studi ROMA 3 e presidente del“Centro di Ricerca Economica e Territoriale” di Roma, ed annovera nelsuo comitato il prof. Lutz Klinkhammer vice direttore dell’ “Istituto Storico Germanico” (DHI) in Italia con sede a Roma, il dott. Paolo Albano già procuratore Tribunale di Isernia e autore del libro “La Strage di Caiazzo” , il dott. Luca Gianfrancesco regista, il prof. Antimo Della L’impegno profuso durante tutta la sua vita da testimone dell’orrore delle discriminazioni razziali Valle storico e giornalista, il dott. Nello Di Costanzo giornalista Rai 3, il sig. Nicola Santacroce ricercatore e storico autore di molti saggi di storia locale, l’avv. Angelo Insero presidente “Associazione Familiari Vittime di Monte Carmignano”, il dott. Oreste Insero presidente “Associazione Amici di Ochtendung”. Collabora con l’Associazione il Prof. Pino Angelone, ricercatore e storico presso l’Università “Luigi Vanvitelli”. Significative sono state le nomine del presidente onorario, nella persona della Signora Rita Hirsch, già borgomastro di Ochtendung (la città tedesca del responsabile della strage) gemellata con Caiazzo, a dimostrazione che i “confini” dell’ associazione travalicano quelli nazionali, e del vice-presidente il giovane studente Mario Balletta a testimoniare il coinvolgimento dei giovani nel recupero, custodia e trasmissione della memoria. La mission dell’Associazione“Monte Carmignano per l’Europa” è consolidare il dono della riconciliazione tra i popoli, che è un bene prezioso. La riconciliazione che nasce dalla conoscenza della memoria storica, va alimentata quotidianamente e solo da essa si può costruire un’ Europa Unita che è alla base dello sviluppo di rapporti fondanti sul rispetto, sull’accettazione dell’altro e sulla condivisione. Tutto questo non solo con commemorazioni di anniversari storici, ma con la presenza costante sul territorio coinvolgendo i giovani e le scuole attraverso ricerche,come l’istituzione del Premio “Monte Carmignano per l’Europa Memoria e Riconciliazione”. Sgueglia alla guida dell’amministrazione comunale di Caiazzo negli anni scorsi è stato protagonista nel mantenere vivo il dialogo con le istituzioni tedesche allacciando relazioni che hanno permesso di fortificare un rapporto di amicizia tra le due comunità italiana e tedesca.

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati . Riproduzione vietata dei contenuti salvo diversa autorizzazione della redazione. Le pubblicità sotto forma di banner sono sponsorizzate.

Guarda anche

Sparanise – Stazione carabinieri, cambio al vertice: Bisesto lascia

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Sparanise – Il maresciallo Bisesto, attuale comandante della stazione dei carabinieri di Sparanise, lascia la …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.