Ultim'ora
Antonella, Mario e Rosanna Laurenza. A destra Marcello De Prata

Caianello / Vairano Patenora – Strage in cartoleria, un mese dopo prevale il silenzio

Caianello / Vairano Patenora – Esattamente un mese fa, la sera del 15 novembre, quindici colpi di pistola spezzavano la monotonia della frazione Scalo. Quattro persone persero la vita. Tre morirono nell’arco di pochi minuti, la quarta vittima perse la vita pochi giorni dopo, presso l’ospedale di Caserta, nonostante gli sforzi dei medici. Una intera famiglia cancellata in pochi istanti. Mario Laurenza e le due figlie, Antonella e Rosanna, uccisi da Marcello De Prata, marito di Antonella, che dopo i delitti si tolse la vita con la sua stessa pistola. Unica superstite Assunta Paolino, moglie di Mario e madre delle due sorelle uccise. Una tragedia enorme che attirò – inevitabilmente – l’interesse della stampa nazionale. La comunità vairanese sotto choc. La sensazione è che la collettività abbia fretta di dimenticare, di cancellare un dramma troppo grande da sopportare, da analizzare.  Intanto le indagini continuano. Lo scopo degli investigatori è quello di chiarire ogn aspetto della vicenda, delle cause che hanno fatto al scattare la follia omicida di De Prata.

Leggi anche:

Vairano Patenora – Strage familiare, finanziere uccide la moglie e la cognata. Poi si suicida. Paese sotto choc (guarda il video)

VAIRANO PATENORA – Strage familiare in cartoleria, il racconto della testimone (IL VIDEO CON IL RACCONTO DELLA TESTIMONE)

 

Guarda anche

Vairano Patenora – Ladri in azione in pieno centro: derubata assistente noto medico

Vairano Patenora – I “soliti ignoti” sono entrati in azione oggi, 01 marzo 2024, intorno …