Ultim'ora

CAPUA – “Pizzo di Natale”, arrestati due pregiudicati del clan dei Casalesi

CAPUA. “Pizzo di Natale”, arrestati due pregiudicati ritenuti appartenenti al clan dei casalesi. Colpivano imprese agricole e non esitavano ad incendiare mezzi e attrezzature. Due estorsori arrestati dai Carabinieri. I fatti sono accaduti nella frazione Sant’Angelo in Formis, esattamente in  via Tombe garibaldine. Qui hanno operato i Carabinieri  della Stazione di Falciano del Massico, in collaborazione con  quelli del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di  Mondragone. Hanno arrestato i pregiudicati Caserta Mario, di 38 anni, e Lagnese Mario, di 24 anni, entrambi di Francolise. Secondo l’accusa sono responsabili del reato di Concorso in tentata estorsione aggravata. I  militari dell’Arma a termine d’intensa attività investigativa  coordinata dalla D.D.A. di Napoli, condotta anche con l’ausilio di  mezzi tecnologici ed iniziata circa dieci giorni fa a seguito della  denuncia da parte della vittima, hanno raccolto inconfutabili   elementi di reità a carico dei predetti, che sono stati bloccati  subito dopo aver reiterato, con metodo mafioso, la richiesta  estorsiva al denunciante, utilizzando cabina telefonica pubblica. Gli arrestati sono stati associati presso la casa circondariale di Santa  Maria Capua Vetere a disposizione dell’autorità giudiziaria. L’arresto dei due pregiudicati di Francolise potrebbe rappresentare solo la punta di un iceberg che vede spesso aziende agricole vittime della malavita organizzata. Quando non pagano, per i criminali, diventa facile intimidire attraverso il fuoco. Molte volte infatti saltano in aria e finiscono in cenere grossi depositi di foraggio oppur einteri capannoni. La collaborazione delle vittime con le forze dell’ordine si rivela spesso determinante permettendo l’arresto degli estorsori.

Guarda anche

Schianto mortale in autostrada: coinvolto giovane autista di Liberi

LIBERI / CAIANELLO – Considerata la violenza dell’urto fra i 4 mezzi pesanti e constatati …