Ultim'ora
FOTO DI REPERTORIO

TEANO – Contrabbando di gasolio, è caccia ai “clienti”

TEANO – Gli investigatori lavorano per individuare i clienti che utilizzavano carburante di contrabbando. Potrebbero essere decine le persone coinvolte, fra loro potrebbero esserci imprenditori, probabilmente, del settore agricolo. Sembra essere questa, al momento, l’ipotesi sulla quale starebbero lavorando gli investigatori dopo l’operazione di alcuni giorni fa che portò alla denuncia di un contrabbandiere di gasolio, giunto nella zona di Teano per rifornire i propri clienti. La guardia di finanza di Napoli, infatti, sequestrò nel comune di Teano (ce), oltre una tonnellata di gasolio di contrabbando pronto per essere illecitamente immesso in commercio in totale evasione d’imposta. In particolare, i finanzieri del nucleo di polizia economico-finanziaria di Napoli, in servizio nella zona a nord del comune partenopeo, nel corso di un’attività di controllo economico del territorio, notarono un grosso monovolume che, sebbene con a bordo il solo autista, risultava procedere inspiegabilmente a rilento e con il motore fortemente sotto sforzo. Il mezzo sospetto, pertanto, venne seguito lungo il suo itinerario, fino a quando, giunto in una zona periferica del casertano nei pressi di Teano, venne sottoposto a controllo, rivelandosi una vera e propria “stazione di rifornimento” abusiva di carburante, predisposta per erogare gasolio per autotrazione di contrabbando. Dall’esame del dispositivo di distribuzione sequestrato è emerso che la pistola erogatrice aveva già effettuato rifornimenti di gasolio di contrabbando per diverse migliaia di litri, perpetrando un’evasione delle imposte pari ad oltre duecento mila euro.

 

Guarda anche

TEANO – Impianto rifiuti ex Isolmer, i ricorrenti rinunciano alla sospensiva

TEANO – Oggi, dieci giugno 2024, davanti ai giudici del Tar della Campania, si dovevano …