Ultim'ora
Gennaro Galdiero e Pasquale Savanelli

TEANO / SESSA AURUNCA – Omicidio Galdiero, l’Appello stravolge tutto: 17 anni a Savanelli

TEANO / SESSA AURUNCA – L’omicidio di Gennaro Galdiero non fu attuato con premeditazione, né cu furono futili motivi alla base del gesto criminale attuato alcuni anni fa dal suo socio in affari. Questa la decisione dei giudici del tribunale dell’Appello di Napoli che hanno ridotto sensibilmente la pena inflitta in primo grado, dal Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, a Pasquale Savanelli. Una che pena scende, quindi, da 30 anni (inflitta in primo grado) a 17 anni e 4 mesi inflitta oggi dall’Appello di Napoli. Una sentenza che probabilmente sarà impugnata in cassazione dalle parti civili. Nel collegio difensivo figurano gli avvocati Luigi Scorpio, Antonio Mirra e Enrico Tuccillo  per l’imputato; mentre per le parti civili l’avvocato Giuseppe Stellato e Claudio Sgambato.

La Storia del delitto
Lo freddò, a distanza ravvicinata con tre colpi di pistola. Pasquale Savanelli, reo confesso del delitto, è stato condannato in primo grado a 30 anni di carcere. Oggi è partito il processo di Appello davanti ai giudici del tribunale di Napoli. Il pubblico ministero ha chiesto la conferma della condanna di primo grado, aggiungendo l’aggravante dei futili motivi. L’udienza è stata rinviata di pochi giorni per permettere agli avvocati di parte civile la propria replica.  (guarda il video dell’agguato)
Galdiero e Savanelli erano soci e amici, ma – secondo il giudice – l’assassino aveva pianificato quell’azione. Per questo, ha stabilito il giudice, si è trattato di omicidio volontario premeditato. Secondo la sentenza Pasquale Savanelli aveva pianificato il delitto già da alcuni giorni. L’inseguimento e l’esecuzione di Gennaro Galdiero – al termine di un pranzo – fu il naturale epilogo di un piano che, probabilmente, l’assassino aveva nella mente da tempo. Savanelli possedeva una pistola a tamburo che può sparare sei colpi. Quel giorno la portò con se carica e pronta all’uso. La tenne sempre a portata di mano. L’azione di Savanelli portò all’esplosione di sei colpi (cioè l’intero caricatore a disposizione). Solo tre andarono a segno, gli altri, nonostante la distanza ravvicinata, mancarono il bersaglio. Dei sei colpi esplosi solo tre bossoli sono stati ritrovati all’interno dello stesso caricatore dell’arma. Gli altri tre colpi sono spariti e Savanelli non ha mai dato spiegazione del loro destino. Per le parti civili questo è un ulteriore elemento che proverebbe la fredda determinazione di Savanelli nell’attuare sia il delitto che il successivo piano per confondere le indagini e per far credere di aver agito in preda alla follia. La sequenza e l’intervallo con cui vennero esplosi i colpi farebbero supporre che l’assassino non avrebbe agito d’impulso. Infatti il tipo di arma e la distanza fra un l’esplosione di un colpo e quello successivo lascerebbero intendere una terribile determinazione da parte di Savanelli nel portare a compimento il proprio piano. Gli spari, avrebbe fatto rilevare durante il processo la difesa delle parte civili, non sono in rapida successione; bensì ad intervalli quasi regolari fra l’uno e l’altro. Quasi come se l’assassino prima di sparare il colpo successivo constatasse l’effetto di quello sparato in precedenza. La furia di Savanelli non si sarebbe fermata nemmeno davanti all’implorazione della vittima. Quando Galdiero, infatti, vide avanzare il suo socio con la pistola fra le mani tentò di convincerlo a desistere: Pasquale che fai? Fermati! Sei impazzito!  Ma Pasquale non si fermò.

Ecco il video dell’agguato mortale in cui fu ucciso Gennaro Galdiero

Leggi anche:

VILLARICCA / VAIRANO PATENORA / SESSA AURUNCA – Omicidio Galdiero, Savanelli esce dal carcere: è malato

SESSA AURUNCA / CAIANELLO – Omicidio Galdiero, la testimonianza di Serena: Gennaro voleva cacciare Pasquale dalla società

SESSA AURUNCA / CAIANELLO – Omicidio Galdiero, i dettagli inediti del delitto: Savanelli rischia l’ergastolo. Ecco le ragioni

SESSA AURUNCA / TEANO – Omicidio Galdiero, l’annuncio della compagna su Fb: è nato tuo figlio

 

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso. Tutti i contenuti sotto forma di banner sono pubblicità.
© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso.

Guarda anche

ALLARME SALUTE – Erba altamente tossica negli spinaci surgelati, scatta l’alert del Ministero della Salute

Erba altamente tossica negli spinaci surgelati. Il Ministero della Salute ha diffuso oggi un richiamo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non sei abilitato a copiare il contenuto di questa pagina che è protetto dalle leggi sul diritto d'autore.