Ultim'ora

TEANO – Isola ecologica, troppi misteri: il sindaco denuncia le omissioni di Russo e Zanni. Chiuso il centro di raccolta

Teano – Il sindaco Nicola Di Benedetto scrive un capito importante nella vicenda dell’isola ecologica di Teano; una vicenda emblematica della cattiva gestione della cosa pubblica a danno della collettività. Troppe ombre, troppe omissioni, troppi ritardi sull’intera vicenda. Così il sindaco Nicola Di Benedetto ha posto la parola fine chiudendo il centro di raccolta e inviando un’analitica e puntuale comunicazione di notizia di reato alla competente Procura della Repubblica per le violazioni alle norme sismiche di cui al d.P.R. 380/2001 e alla L. 02 febbraio 1974 n.64, precisando i nominativi dei committenti, del concessionario co-finanziatore dell’intervento, l’impresa esecutrice e i tecnici che a diversi titolo non hanno controllato e fatto rispettare la legge vigente. L’indice appare puntato contro due funzionari comunali: Fernando Zanni e Fulvio Russo. Secondo la fascia tricolore sidicina, Fernando Zanni non ha svolto o avviato alcun procedimento sebbene fosse detentore del potere gestionale necessario; su Russo, invece, secondo Di Benedetto, graverebbe altre omissioni. Intanto, in attesa degli sviluppi, il sindaco di Teano ordina la sospensione immediata di qualsiasi attività lavorativa presso il Centro di Raccolta comunale in località S.Croce; la chiusura immediata all’utenza cittadina del predetto Centro di raccolta.
Chiaramente, leggendo l’ordinanza si capisce che le posizioni di Russo e Zanni sono nettamente diverse in merito alla vicenda in questione.

Guarda anche

Alife / Pietravairano – Auto contro cinghiale sulla provinciale: animale morto, auto distrutta

Alife / Pietravairano – E’ accaduto la notte scorsa, lungo la strada provinciale che conduce …